14/01/08

qualcosa che scrocchia!


adoro le cremine, le salsine, le moussine le zuppine... sì ok, ma finché ho la fortuna di avere denti funzionanti e sani (nonostante i dolciumi :-P) sgranocchiare qualcosa di croccante non mi dispiace affatto... prendiamo ad esempio il cioccolato di modica: scrocchia sotto i denti perché la sua lavorazione è fatta a crudo, per cui i cristalli di zucchero non si sciolgono e restano integri. conosco molte persone a cui non piace, perché ha una scioglievolezza molto diversa da una normale cioccolata, assimilabile più a quella di una zolletta di zucchero. a me piace moltissimo: il modo migliore per degustarla (secondo me eh!) è quello di staccarne un pezzetto e lasciarselo sciogliere in bocca: gli aromi a quel punto si sprigionano poco a poco, e alla fine resta solo qualche briciola da scrocchiare :-) detto ciò, avevo una tavoletta di cioccolato dell' antica dolceria rizza aromatizzata alla menta selvatica che reclamava attenzione da mesi. ne avevo mangiata solo 1/4, non perché non mi piacesse, ma perché si trovava in lista d'attesa insieme a taaaaante altre stecche di cioccolata & dolciumi vari. con la tavoletta rimanente ho cercato di fare dei biscotti che mantenessero (più o meno) la consistenza della tavoletta. ah, per onorare ulteriormente l'artigianalità della mitica cioccolata modicana, mi son fatta il burro in casa con un metodo semplicissimo e l'ho usato per i biscotti :-)

BISCOTTI MODICANI ALLA MENTA SELVATICA & BURRO FATTO IN CASA

ingredienti per pochi ma spessissimi biscotti

3/4 di tavoletta da 100gr di cioccolata modicana alla menta selvatica
3 cucchiai colmi di zucchero
180gr di farina 00 (più eventualmente un cucchiaio)
100 gr di burro fatto in casa*
un bel pizzico di sale di mothya a granelli medi
1 cucchiaio colmo di cacao amaro

*per il burro: in un contenitore dai bordi alti, montare della panna fresca di ottima qualità (ben fredda di frigo) con le fruste elettriche. quando la panna è spumosa, continuare a montare per diversi minuti, finché sul fondo si depositerà un liquido opaco (una sorta di latticello non fermentato, che non si butta!), mentre sulla parte superiore si accumuleranno dei granelli pastosi. questo è il burro: fermare le fruste e raccoglierlo con le mani strizzandolo bene un po' alla volta, formando un panetto da riporre in frigo, in un recipiente chiuso. con 500ml di panna si ottengono (a occhio.. non l'ho pesato!) circa 220gr di burro, che sarà tanto più buono quanto più la panna sia di ottima qualità.

per i biscotti:
in un mortaio di marmo, pestare la cioccolata di modica riducendola in polvere (avrei potuto farlo col mixer, ma il mortaio mi diverte di più :-))
riunire in una ciotola il burro, lo zucchero, la cioccolata sbriciolata, il cacao, il sale e amalgamare con le mani. unire la farina un po' alla volta, finché non si riesca a formare un cilindro compatto e regolare di diametro 4cm, che va avvolto nell'alluminio e riposto in frigo per diverse ore.
tagliare i biscotti allo spessore di 1cm, non un millimetro di meno. infornare a 170° per 10-12 minuti, finché si formeranno delle crepe. sfornare e raffreddare su una gratella.

risultato:
scrocchiano davvero! e la menta selvatica si sente molto bene. il procedimento è simile a quello per fare i sablé a cioccolato&fior di sale di pierre hermé, che non mi abbandonano più da quando un anno fa li ho fatti per la prima volta :-)

20 commenti:

  1. L'aspetto è fantastico, sicuramente lo sarà anche il sapore!!
    Buon lunedi...

    RispondiElimina
  2. splendida ricetta, il problema resta trovare il tipo di cioccolato che dovrebbe essere quella dei bonajuto, si mi piacciono le ricette di qualsiasi parte del mondo 1 x approdando non soltanto aicostumi,ma alla cucina inizi a capire un popolo una regione e anche x usano certi ingredienti o ne sono alla base dell'alimentazione,dell'economia ecc.. io non disdegno mai le cucine dei posti ospitanti, intando assaggio,poi si vedrà buon inizio di settimana

    RispondiElimina
  3. ciao a tutti :-)
    @caravaggio: guarda, la cioccolata di modica si trova abbastanza facilmente in tutta italia ormai... certo, una marca non vale l'altra, ma basta assaggiare e trovare la propria preferita! poi, al di là dell'aroma specifico, la ricetta resta valida per qualsiasi tipo di cioccolata modicana :-) la bonajuto è eccellente!

    RispondiElimina
  4. eco da chef Christian il primo e da te il dolce!
    SOno decisamente morta!
    Buon lunedì
    Sandra (Untoccodizenzero)

    RispondiElimina
  5. Che buoooniiii!!!!
    Ne è rimasto qualcuno?

    RispondiElimina
  6. buono il cioccolato di modica. la scorsa estate sono passato da bonajuto ed ho avuto la fortuna di assistere alla produzione effetuata nel retrobottega del negozio di modica. è stata un'esperienza speciale... ottimi anche i cannoli. quelli veri :-)

    RispondiElimina
  7. Ma che bello il burro fatto in casa!! :))
    Nemmeno io avevo mai avuto il piacere di incontrarti tra i blog.. eccoci quà.. ricette interessanti e sei pure toscana, che meraviglia! Adoro la vostra parlata!!
    A presto ^^

    RispondiElimina
  8. io faccio parte di quelli che non amano il cioccolato di modica.
    però (foto a parte, disgraziata sono sempre più belle!) mi piacerebbe provare.
    Io faccio presto a riconciliarmi.
    Volevo chiedere a te e caravaggio, esiste ancora bavicchi a perugia?

    RispondiElimina
  9. @cristian: la prossima volta mi porti? sono piccola... entro quasi in valigia!

    @liquirizia: piacere mio! sono umbra, a dire il vero... anche se il mio paese d'origine sta a 10 km dalla toscana: sono quasi un ibrido :-P

    @enza: bavicchi è uno dei miei punti di riferimento fissi per spezie, legumi & altre delizie :-)

    RispondiElimina
  10. Adoro il cioccolato di Modica!! Quello alla menta selvatica non l'ho mai visto in giro, deve essere spettacolare. Il mio preferito resta quello al peperoncino! Bella idea di farne dei biscotti scrocchiolosi.
    Ciao, Alex

    RispondiElimina
  11. Pure io adoro la cioccolata di modica, e i tuoi biscotti sono spettacolari! Brava :-)
    ciao

    RispondiElimina
  12. Non c'è niente da dire, se non che sono bellissimi e fanno venir voglia di affondarci i denti! Hai delle idee davvero originali! Elga

    RispondiElimina
  13. Salsina...... senti..... ma ci stai seriamente rifletendo a quell'idea dell'adozione?
    No, sai, perchè io verrei subito subito..... magari anche con GG....
    Funzioniamo meglio di un aspirapolvere
    niente briciole in giro se ci siamo noi!
    Pensaci!
    noi aspettiamo pazienti......

    p.s. inutile dire che siamo fortemente motivati dalle foto e dai tuoi post.... ne vvero

    RispondiElimina
  14. beh..un paio di questi biscottini croccanti me li mangere volentieri!

    RispondiElimina
  15. M E R A V I G L I O S I!

    in più sta cosa di avere sia burro che latticcello...metto in moto il kitchen aid ?

    RispondiElimina
  16. Ma pensa tè, non sapevo nemmeno dell'esistenza del cioccolato di modica!! Si trova in commercio con facilità? Lo devo assolutamente provare, la tua descrizione mi ha fatto venire l'acquilina!!!

    RispondiElimina
  17. ciao a tutti! :-D
    @dolcetto: sì, questo cioccolato si trova abbastanza facilmente: nei negozi di specialità alimentari, alle fiere, ad eurochocolate... :-P
    è fatto con un metodo antichissimo, non ha niente a che vedere con gli altri tipi di cioccolato. ripeto, può piacere o non piacere: ha una consistenza che spiazza. sicuramente è da provare!

    RispondiElimina
  18. no ma sei un mito a fare il burro fatto in casa!! davvero, lo farò anche io

    RispondiElimina
  19. Procedimento segnato...ti faccio sapere se ci riesco ehehe
    Graziemille! :)

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano Bitto_4