28/03/08

qualcosa di insolito...



...almeno credo: non ho mai letto da nessuna parte la ricetta di questo dolce, inventato da mia nonna, con i cavolfiori del suo orto :-) i dolci a base di verdure non sono certo una novità: penso alla torta di carote o di zucca, ma anche, salendo di livello, al dessert di pomodoro e fragole o quello ai piselli di pierre hermé, o anche alla crostatina ricotta e radicchio che ho assaggiato qualche sera fa ad una cena di gala a roma. ma mentre quella è alta pasticceria, qui parliamo di semplici frittelle, veloci da fare e buonissime, nonché insolite. almeno credo: qualcuno di voi le conosce? son curiosa di sapere davvero se devo convincere mia nonna a depositare il brevetto :P oppure trattasi di una ricetta tradizionale umbra che non conoscevo... comunque, qualche giorno fa lei era in ospedale per un problema agli occhi che spero si risolva presto, e una sera l'ho chiamata per chiederle la ricetta delle sue famose frittele di cavolfiore. ovviamente la risposta è stata: "cocca, io fo' a occhio!" :D comunque è stata precisa e chiara nelle spiegazioni, e devo dire che il risultato è stato perfetto, gradito a me e al mio gentile ospite :-) in genere non friggo, non mi piace questo tipo di cottura, ma per le frittelle della nonna faccio sempre volentieri un'eccezione ;-) provatele, sono squisite: si possono fare sia col cavolo bianco che con quello verde; io stavolta le ho fatte col cavolo romano, quello verde a punta. buon week end!

FRITTELLE DOLCI DI CAVOLFIORE

1 cavolfiore bianco oppure cavolo romano di dimensioni medio-grandi
2 uova
10 cucchiai di farina o più... va ad occhio!
3-4 cucchiai di latte
1 cucchiaio colmo di zucchero + zucchero per spolverizzare dopo la cottura
un bel pizzico di sale
la buccia di 1 limone biologico
olio extravergine o al limite di arachidi bio spremuto a freddo (ma che non lo sappia la nonna!) per friggere

lessare in abbondante acqua leggermente salata il cavolfiore pulito, lavato e diviso in pezzi piccoli, ricavati semplicemente spezzando i rametti. scolare e lasciar intiepidire. nel frattempo, sbattere le uova con lo zucchero, la buccia di limone ed il latte. unire la farina a cucchiaiate, mescolando bene, fino ad ottenere la consistenza tipica "da pastella", né soda né liquida. unire i cavolfiori, mescolare e salare bene: il sapore deve essere abbastanza deciso. friggere a cucchiaiate in una padella di ferro con abbondante olio caldissimo. scolare e spolverizzare di zucchero.

39 commenti:

  1. Goduriosissime frittelle della nonna... io non ne sapevo dell'esistenza, ma io ed i dolci, lo sai... non abbiamo buon rapporto!
    Chissà che sapore particolare, mi incuriosiscono tantissimo!
    Baci bacetti tesoro mio!

    RispondiElimina
  2. La nonna è indiscutibilmente un mito. Altro che Pierre Hermè e compagnia!!!!
    Mai sentite in vita mia e non vedo l'ora di provarle, anche se col fritto non vado molto d'accordo.
    Ma la nonna è la nonna.
    Buon week end!

    RispondiElimina
  3. Mai visto niente di simile...la nonna è sempre la nonna!

    RispondiElimina
  4. Ah ah ah, grande la tua nonnina!!! Spiego la mia esaltazione: ho provato anch'io diversi dolci con le verdure, tra i quali i più strani sono state le barbabietole ed il sedano rapa. Quando in quest'ultima ricetta ho accennato a provare anche i broccoli mi hanno storto tutti il naso... Grande Sapa che l'hai fatto tu!!! La tua nonna è troppo avanti, in gambissima!! Le voglio assolutamente provare!
    Ciao, buon w.e.

    RispondiElimina
  5. Ah ah, che nonna deve essere molto simpatica!
    Queste frittelle sono sicuramente da provare.
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  6. io ho vissuto tanti anni a Perugia (!)e mia cognata è Perugina, ma davvero non li ho mai visti sti frittini...giuro! nemmeno nei miei giri per l'Italia, mai avvistato uno..solo in veneto una signora mi ha preparato i fiori di zucchina fritti e poi zuccherati, che sono l'unica cosa simile che mi venga in mente..carini..li provo...(mi fa sempre ridere il perugino e pensare alla tua nonna mi ha fatto sorridere).un bacino. lety

    RispondiElimina
  7. adoro i dolci non dolci, e di questi me ne ha parlato una volta un'amica un po' matta... af

    RispondiElimina
  8. Curiose queste frittelle, non ne avevo mai sentito parlare....dovrò provarle assolutamente....
    ciao, buon week end!

    RispondiElimina
  9. @consumazione: uhm... è una tipa un po' svitata che fa i puzzle coi biscotti? uhm....

    RispondiElimina
  10. ma che bellissima scultura natural/casuale da mangiare che hai realizzato, certo niente a che vedere con la geometria del puzzle di biscottini :)
    adoro quelle formine... mi associo al coro dei"non sapevo dell'esistenza di questi dolci"
    :*

    RispondiElimina
  11. ma dai..le frittelle dolci coi cavolfiori..che strane..da me si fanno le pittule, le trovi qui
    Un bacio

    RispondiElimina
  12. Geniali e assolutamente non le conoscevo!!!!!!!In bocca al lupo per la nonna vedrai che si risolve tutto bene!
    ciao Laura

    RispondiElimina
  13. Davvero originali,non le avevo mei viste prima.
    Voglio assolutamente provarli.
    Ciao!

    RispondiElimina
  14. Originali queste frittelle. All'inizio pensavo fosse un dolcetto al cioccolato. Le frittelle di cavolfiori le ho sempre mangiate salte in versioni dolci non le avevo nemmeno mai sentite :) molto interessante.
    Su che le nonne e le mamme sono imbattibili in cucina. Spero che la tua nonna si rimetta molto presto. Bacioni e buon weekend, daniela

    RispondiElimina
  15. ah queste me le sono segnate, io adoro il cavolfiore, ed è una cosa originalissima, mai vista prima,
    bacioni

    RispondiElimina
  16. Le nonne sono imbattibili in quanto a ricette...e non solo, complimenti anche alla nonnina
    buon fine settimana

    RispondiElimina
  17. effettivamente questo ingrediente e preparato come dolce e'davvero particolare,solo tu puoi iniziarci a queste delizie
    baci

    RispondiElimina
  18. i famosi "cavoli a merenda"! come non li conoscevate??? ;O) davvero insoliti, ma nell'impasto cavolfiore nature, senza nemmeno una speziuccia? saluti golosi cat

    RispondiElimina
  19. Anch'io come Daniela le conosco e le faccio proprio come nella tua ricetta, ma salate e in casa vanno a ruba, dolci non le ho mai fatte, in compenso mia nonna faceva le frittelle di patate zuccherate.

    RispondiElimina
  20. il cavolo e anche il cavolfiore mi piacciono e l'idea nuova delle frittelle è molto intrigante però....quella foto è inquietante... :)

    RispondiElimina
  21. Ma che brava la tua nonna!!! non riesco ad immaginare il sapore, certo la forma anzi la crosticina croccantina mi intriga, poso venire da te?:D

    RispondiElimina
  22. si conoscevo questa ricetta, che ho scoperto appena arrivata a pg nel remoto '58,e mi ha stupito x al sud il cavolfiore ha altre elaborazioni,la mia tata che ricordo ancora x la sua mole che sembrava la mami con via con il vento, le faceva divinamente, assieme alla frittelle di baccalà,ha ragione tua nonna si facevano ad occhio e se avanzava la pastella era riciclata come avvortoli ecc.... buon fine settimana e coccola la nonns

    RispondiElimina
  23. Che ricetta meravigliosa! Adoro tua nonna, ha sempre dei tesori culinari! Spero si rimetta presto, un bacione Elga

    RispondiElimina
  24. Preparo anche io queste frittelle che assaggiai qualche anno fa in un ristorante di Messina e so che sono buonissime e sfiziose.
    Complimenti per i biscotti-puzzle. sono uno spettacolo visivo di perfezione unico: della serie cucinare/mangiare divertendosi!!!!
    Complimenti ancora

    RispondiElimina
  25. Ecco da chi hai preso la creatività!! Spero che la nonna si riprenda presto e complimenti a tutte e due per la ricetta. Ciao!

    RispondiElimina
  26. Se non avessi letto con
    attenzione la ricetta non
    avrei mai supposto che si trattava
    di cavolfiore,
    Bravissima...come sempre
    BUONA DOMENICA
    Bacio
    nono

    RispondiElimina
  27. gnammiiii... mi allettano tantissimo!!! Complimenti per il blo... lo linkerò!

    RispondiElimina
  28. Mi sono letto adesso adesso i tuoi ultimi tre post con molto, molto piacere.
    Quando mischi le tradizioni con le storie della tua famiglia riesco a vederla, quell'Umbria che mi piace tanto.
    Sincera, ecco.
    Sincera.

    cheers

    RispondiElimina
  29. Le nonne...quanti ricordi!!
    Buone queste frittelle...

    RispondiElimina
  30. passo per un bacione di buona domenica

    RispondiElimina
  31. ahhhh sei stata a romaaaa e nemmenoooooo l'haiiiii dettoooooo.
    vabbè mi ricompongo.
    mia nonna sulle crocchette di patate aglio e prezzemolo ci spolvera lo zucchero.
    saranno segretamente imparentate?
    però io di quelle crocchette ne mangerei fino a scoppiare.

    RispondiElimina
  32. buon inizio di settimana domani posto ricetta sicula

    RispondiElimina
  33. grazie a tutti x i commenti, siete tanto COCCHINI :D

    RispondiElimina
  34. "qualcosa di mooolto insolito...!"

    Direi! Ma come ti vengono in mente certe ricette? E che foto!!!

    ciao

    RispondiElimina
  35. registra subito il brevetto.. io non l'ho mai sentito e l'idea mi piace molto, dalle nonne c'è sempre da imparare, tienila stretta ah dimenticavo complimenti per le foto

    RispondiElimina
  36. Che ricetta originale Salsa!! Mai mangiati i cavoli dolci, ma come dice CAT sono i classici cavoli a merenda.. Sicuramente da provare..
    un abbraccio

    RispondiElimina
  37. Io invece facci oal versione salata, ma ora devo provare quella dolce! mi incuriosisce da matti!!!!

    RispondiElimina
  38. Mai sentite, mi incuriosisce.

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano Bitto_4