02/06/08

qualcosa di (a)normale ;-)








ecco dunque cosa ne ho fatto del mio grosso cedro giallo. innanzitutto ringrazio tutti voi che mi avete dato suggerimenti, idee e conforto morale nella riflessione circa il "come affrontare il pallone e uscirne vivi": nonostante alla fine io abbia optato per la più classica e "normale" delle ricette, mi sono spulciata i vostri commenti uno ad uno. e menomale: mia madre mi ha dato un altro cedro! :-D per fortuna è molto più piccolo del primo: è poco più grande di un limone, e credo che lo userò, stavolta, per intrugliare una delle cose che mi son state gentilmente suggerite ;-) e dunque, con quel bestione giallo che avevo in casa ho fatto una semplice e squisita marmellata di cedro in purezza: era la prima volta che assaggiavo questo frutto, che ho scoperto essere straordinariamente buono, ed ho preferito utilizzarlo come mamma l'ha fatto. il procedimento è stato lungo e tempestoso, ma ne è valsa davvero la pena. in fondo alla ricetta un piccolo suggerimento per la degustazione: non ho resistito e in qualche modo c'ho dovuto mettere lo zampino ;-)

MARMELLATA DI CEDRO ABNORME

ingredienti (le dosi nella ricetta, proporzionate al peso della frutta)

cedro
zucchero, metà di canna e metà bianco
acqua
una mela

lavare e spazzolare il cedro. tenerlo a bagno in acqua fredda per una notte. immergere il frutto in acqua bollente e farlo bollire per 15 minuti. cambiare l'acqua con dell'altra già bollente e bollire per altri 15 minuti. in tutto questa operazione va effettuata per 4 volte: praticamente il cedro bolle per un'ora, con 4 cambi d'acqua. tagliare a sottili fettine, senza buttare via nulla, e unire al cedro una mela tagliata a dadini: serve per aiutare la gelificazione, invece di usare il fruttapec che contiene conservanti ed altre sostanze che per mia scelta non utilizzo. pesare la frutta, calcolare una pari quantità d'acqua e una pari quantità di zucchero misto, abbondando un po' con quest'ultimo. unire acqua e zucchero, portare a ebollizione, aggiungere adesso la frutta. deve bollire per circa 2 ore mescolando spesso; quasi a fine cottura ho passato al passaverdure un po' della marmellata, per farla diventare leggermente più fine ed omogenea, ma non tutta: diciamo che ne ho passata un terzo. completare la bollitura ed invasare a caldo in vasi sterilizzati per 7 minuti in acqua bollente (tappi compresi). capovolgere e lasciar raffreddare completamente.
è stato amore al primo morso, ma poi ho fatto una prova: un filo d'olio extravergine sulla marmellata appena spalmata... fantastica!

35 commenti:

  1. Deve essere buonissima questa marmellata, a me piace molto il cedro ma quelli che si trovano dalle mie parti chissà da dove vengono....... :-(

    RispondiElimina
  2. in questi giorni sono di marmellate..
    ciliege,rabarbaro, mele e menta.....
    però quella lì l'assaggerei molto volentieri perchè il cedro mi piace molto, ma l'ho sempre mangiato crudo.
    .....quindi se te ne avanza spedisciiiiiiiiiiiiiiiiiii pure,
    ciaoooooo!

    RispondiElimina
  3. bhè devo dire che alla fine hai fatto la scelta più gista , una bella marmellata!
    buon lunedì ciao Pippi

    RispondiElimina
  4. Credo tu sia riuscita a valorizzarlo al meglio, io posso apprezzare solo il colore, ma credo sia ottima (anche per gli abbinamenti "inconsueti")! A presto!

    RispondiElimina
  5. Le cose semplici sono sempre le migliori! Ottima scelta!

    Ciaooo,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  6. Ah ecco il famoso cedro !! Buona, la immagino strana ma buona con la crostata al cacao amaro ;))

    RispondiElimina
  7. Beh almeno ha trovato giusta ed adeguata pace :-D può dire di essere stato un cedro con un destino ben preciso e originale no?
    :-D
    me la segno questa ricetta ma il cedro abnormale 'ndove lo trovo?..farò con quelli normali eh? :-D
    bacione
    Silvia

    RispondiElimina
  8. un autentico spettacolo!bravissima

    RispondiElimina
  9. Tutte le cose buone meritano un tempo perché siano gustate in tutta la loro essenza...complimenti...anch'io non avrei resistito..con lo zampino...buona notte :)

    RispondiElimina
  10. Bè una degna fine per un esemplare...che dire...unico!
    E il filo d'olio sulla marmellata, come caspiterina ti è venuto in mente?!?! Continuo a perpetrare la tesi del genio culinario...
    Un bacio e buona settimana
    Fra

    RispondiElimina
  11. Gli hai fatto fare davvero una splendida fine! Un abbraccio, alex

    RispondiElimina
  12. Sei terribile! Però mi sa che l'olietto ci stava proprio bene, eh?

    RispondiElimina
  13. Gioooooorno amica cedrona! ^_^
    Sapevo della fine che aveva fatto il super cedrone e vedere quel bendidio spalmato su quella fetta biscottata m'ha fatto venire una voglia sfrenata di cedro.. tra l'altro non son troppo convinta di averlo mai mangiato in modi differenti dal "candito"!
    Baciuzzo

    RispondiElimina
  14. Eccola la marmellata!! Me la segno salsina, il prossimo we nottetempo saccheggio l'alberello del fratellone e ne faccio una ventina di vasetti!!!!

    Grazie!!!! Buona giornata :)

    RispondiElimina
  15. :-)
    ciao a tutti gente! grazie per la visita!
    @spilucchietta: ohhh sì, l'olio ci canta...
    @sere: neanche io l'avevo mai mangiato in altri modi se non candito! è buonissimo!
    @ciboulette: sei autorizzata al saccheggio! :D

    RispondiElimina
  16. ci credo che é fantastica!!! non ho mai utilizzato il cedro e dalle mie parti se ne trovano tantissimi, quasi quasi mi cimento!!!

    RispondiElimina
  17. sei stata brava a non pasticciare troppo, così adesso che hai ottenuto l'effetto basic puoi sbizzarrirti per la nostra gioia :-)

    RispondiElimina
  18. Ciao Salsina, ti ho insignita del premio (R)-evolution!!

    RispondiElimina
  19. tanto va la gatta al cedro che ci lascia lo zampino ;)

    RispondiElimina
  20. Chissà che profumo farà questa stupenda marmellata di cedro! E' fantastica, complimenti!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  21. qualcosa da dire?? deve essere buonissima! :D ottima scelta per la trasformazione del cedro! almeno per uno di quelle dimensioni!
    me la porti un vasettino!? ;P

    RispondiElimina
  22. vedo che ha fatto una bella fine!

    RispondiElimina
  23. buonissima questa marmellata!!
    bacioni

    RispondiElimina
  24. Fantastico! Beh, alla fine la scelta più semplice per il primo frutto direi che è stata quella giusta :-) Ora aspettiamo gli esperimenti con il fratellino più piccolo!
    buona giornata :-)

    RispondiElimina
  25. Scelta azzeccata, non e che te ne
    sia avanzata un pochinoooooooo,
    no vero.
    Ciao
    Nino

    RispondiElimina
  26. mi offro volontaria per l' assaggio di questa marmellata :-))
    Un bacione!

    RispondiElimina
  27. Alla fine hai ottenuto un risultato strepitoso, poi con l'olio evo deve essere formidabilmente buona! Elga

    RispondiElimina
  28. indovina chi sta cercando di tornare???
    bravissima!!!!
    Intanto sto cercando di aprire dei varchi con cesoie "virtuali" nella rete dell'ufficio!
    Mai provocare a lungo e ripetutamente un ex insegnante informatica che fa la segretaria per necessità (e non per virtù) e che si sente pergiunta frustrata!
    E mai..... mai davvero.... fare incaz... arrabbiare l'omone gorsso di quest'ultima ex-insegnante, informatico anch'egli e guru della rete!
    Ecco.... e io apro con le mie cosoiette informatiche piccoli varchi e torno a frugare per i miei blog del cuore!
    In attesa che l'adsl ce la ridiano anche alla gatteria (e allora si che sarà il Ritorno con la "R" maiuscola)!!!
    Mi sei mancataaaaaaa.......
    e adesso vado a spulciarmi tutto l'arretrato!
    da aprile.... sarà lungo e mi divertirò un sacco!
    nasinasi ronronanti
    miciapallinadicesoiearmata!

    RispondiElimina
  29. ciao a tutti! come butta?
    @miciapallina: evvaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  30. Stavo aspettando con ansia cosa ne fosse stato del cedro gigante;-) Non avrebbe potuto fare una fine migliore:-)

    RispondiElimina
  31. Mai sentito il sapore di un cedro vero! Solo il "famoso" ghiacciolo giallo che ti suzzi quando quello al limone è finito!:) Ma di cedro penso non abbia proprio niente!
    Anche la marmellata di arance la fai così? Con la buccia e tutto bollita? Sono tornata!:) Un abbraccio

    RispondiElimina
  32. Girando su questi blog c'è sempre da imparare parecchi cose. Questa sera ho trovato veramente molte ricette interessanti. Maria

    RispondiElimina
  33. Buonissima la marmellata di cedro !!! Buona serata Laura

    RispondiElimina
  34. e allora la piantina di dragoncello ti aspetta a piazza piccinino buona giornata

    RispondiElimina
  35. Questa si che non la posso fare ...:(
    Che bellezza di marmellata!

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano Bitto_4