16/06/08

quanto tempo ho tenuto...


quella scatola di farina mista in dispensa? tanto, troppo: almeno 6 mesi, almeno dall'inverno scorso. che in fin dei conti non è ancora finito :-( l'unica bella serata della settimana, sia dal punto di vista meteo che dal punto di vista gastronomic-amichevole, è stata quella di sabato, perché ho conosciuto una persona fantastica: cicuzza! ciao bea e graaaaazie di tutto! :-D qualche sera fa insomma, tra un acquazzone e l'altro, ho dato un'occhiata al cielo e una alla scatola di farina, una alle nuvole e una alla polenta, ho fatto 2 + 2 e mi son detta = 5. sì, perché con la farina per polenta mica ci si può fare solo quella, no? io c'ho fatto gli gnocchi: gnocchi di polenta mais & farro, perché questa farina è al 70% mais e al 30% farro. un mix gustoso già di per sé, ruvido e poroso, dal sapore un po' ligneo e un po' dolciastro, ma davvero buono. li ho conditi coi fiori di zucca, frutto di stagione (ovviamente :-P) e con della mentuccia molto aromatica che avevo lasciato essiccare in un mortaio dal giorno della mia passeggiata in quel di trevi. ho cotto gli gnocchi nel latte, incuriosita da una ricetta che ho letto da poco nell'artusi: il buon pellegrino dice di servire addirittura il latte insieme agli gnocchi, a mo' di minestra, ma non esageriamo, eh? siamo pur sempre in giugno :-P

GNOCCHI DI POLENTA FARRO & MAIS CON FIORI DI ZUCCA E MENTUCCIA

dosi per persona

35 gr di farina mista 70% mais e 30% farro
acqua: quattro volte il peso della farina
1-2 cucchiai di un mix 50/50 farina 00 e fecola di patate, dipende dalla consistenza della polenta
sale
mezzo cucchiaino di mentuccia profumatissima
4 fiori di zucca privati del picciolo interno
latte q.b.
parmigiano
olio e.v.o.
burro

scaldare l'acqua leggermente salata; quando è ben calda ma non bollente togliere dal fuoco e versarvi a pioggia la farina, mescolando con una frusta. rimettere sul fuoco e cuocere molto dolcemente, mescolando spessissimo, per una ventina di minuti, ma anche mezz'ora per quantità più grandi di polenta. quando è ben soda, versarla su una spianatoia, allargarla e farla freddare.
nel frattempo, scaldare una padella antiaderente velata d'olio, quando è ben calda adagiarvi i fiori aperti a metà, cuocere per 2-3 minuti da entrambi i lati schiacciando con una paletta di plastica, spegnere e togliere i fiori dalla padella e spolverizzare quest'ultima, ancora umida d'acqua di fiori, di mentuccia secca e triturata: si reidraterà in pochi minuti.
aggiungere adesso la farina bianca alla polenta, un po' alla volta, fino a raggiungere una consistenza soda. fare dei cordoncini e ritagliare gli gnocchi. portare ad ebollizione il latte, tuffarvi gli gnocchi, bollire per pochi minuti e scolare delicatamente, versandoli nella padella con la mentuccia e una fettina di burro a testa già sciolto e caldo. unire i fiori e mantecare un poco, spegnere, aggiungere il parmigiano, mescolare e servire.

37 commenti:

  1. sei proprio brava, nun c'e niente da fa'!!!!!! :)
    Un bacio :)

    RispondiElimina
  2. Buongiorno tesoro! che bella ricetta! ..:-D ma allora anche tu hai cose nella dispensa che languono in attesa di essere prese finalmente in mano! ..pensavo di essere l'unica..io ho 1/2 kg di farina di castagne che praticamente mi sta pregando di essere usata :-P
    Bravissima e buona giornata..:-( anche se piove piove..ma dove siamo? .-D
    Silvia

    RispondiElimina
  3. Questi gnocchi sembrano paradisiaci. Sei sempre bravissima e poi mi piace l'uso del mix di farine
    Un bacio grande e buona settimana sperando che il tempo migliori un po'
    Fra

    RispondiElimina
  4. Io a volte tengo le cose talmente a lungo in dispensa che mi scordo di averle e poi le ricompro. Quindi non ti dico i mix di farine che potrei fare. Mais e farro ce l'ho ... con i fiori di zucca la vedo dura.
    Ottimo piattino. Buon inizio settimana, Alex

    RispondiElimina
  5. sapessi quante cose nella mia dispansa aspettano che mi decida...
    ma se mi venissero fuori tali bontà mi ci fionderei ;)
    buona giornata!

    RispondiElimina
  6. Anche io ho un po di farine da consumare prima dell'arrivo del caldo. Gli gnocchi hanno un belll'aspetto ma, non ti offendere, i muffin del post prima mi piacciono molto molto di più...bacioni

    RispondiElimina
  7. Ecco un altro modo per utilizzare la farina di mais sebza fare la classica polenta, brava! Che buoni questi gnocchi!!! Gnam Gnam!
    Un bacio e buona giornata! :D

    RispondiElimina
  8. Concordo..il latte lasciamolo nella pentola..ma i gnocchi..ne prenderei un piattone volentieri, questa farina mi intriga moltissimo!! Elga

    RispondiElimina
  9. davvero originalissima!!!
    durante la cottura hanno mantenuto la forma senza aprirsi,giusto?
    un bacione grande ;)

    RispondiElimina
  10. Non smetterò mai di dirti quanto sei in gamba!! Anche questi gnocchi sono un'ideona!!

    RispondiElimina
  11. Saruzza!! mhm.. vedo che iniziamo bene la settimana dal punto di vista gastronomico! questi gnocchettoni sono perfetti anche in considerazione, come dici tu di questo clima "irlandese".
    un bacioneeee! :D

    RispondiElimina
  12. Io ho un pacco di farina di mais in dispensa...comprata per fare i tacos (mai fatti!) e usata poi per fare (una volta!) la polenta. Insomma, prima che formichine e insettini se ne impossessino dovrò darle degna sepoltura, magari provo anche io con gli gnocchi (solo mais però).
    Ciaooo,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  13. Amoreeeeeeeeeeeeee... eccomi quaaaa! Finalmente, sono riuscita a vedere questa meraviglia! bbboni sti gnocconi... NE sai sempre una più del diavolo eh?? ops.. ma il diavolo non ero io??? ahahahahah

    RispondiElimina
  14. Lo sai che più del cambio di stagione (armadi) mi impensierisce sempre il ritrovamento di qualche rimasto/avanzo, sacchettino sigillato (ma pur sempre vittima di oblio)...
    se ti dico cosa mi è rimasto... elabori un'idea?! (scherzo)
    Però vorrei sapere di cosa nutri la tua fantasia vulcanica!

    RispondiElimina
  15. Io invece questo WE sono andata di gnocchi di semolino... ma questa versione polentosa mi ispira troppo... poi invidio le tue foto.. io con questo poco sole (cioè nullo) mica mi ispiro a fotografare??? Cucino e mangio e basta!
    Troppo pigra?

    baciii

    RispondiElimina
  16. eeeeh sei il solito geniazzo!:))) ti inventi per favore un dolcino light solo per me?? senza frutta magari...sono un po' giu' di morale..

    RispondiElimina
  17. Ma quanto sei brava???!!! Ecco a me manca proprio questa arte del sapere mettere insieme delle cose così dal niente e che piatti che poi ti escono!!! Bravissima

    RispondiElimina
  18. Amo la polenta, amo gli gnocchi, amo i fiori di zucca ....
    Questo primo mi ha fatto innamorare

    RispondiElimina
  19. bravissima come sempre!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  20. vieni a ritirare un premio tutto per te..

    RispondiElimina
  21. Ma Salsina mia!!! ogni volta mi fai venire l'acquolina in bocca, e pensa che oggi sono messa malissimo...e quindi pasta all'olio e parmigiano!!!!Questi gnocchi me li sento gia scivolare in bocca, un pò ruvidosi con quel leggero gusto di mentuccia che si sposa perfettamente con il dolce dei fiori di zucca...hummmmmm...... sei da premio pulitzer hhehe!!!!!!!!! un bacio Pippi

    RispondiElimina
  22. Non sapevo dell'esistenza di una farina mista di questo tipo:O
    Devo dire che tu l'hai utilizzata divinamente, come tutto quello che prepari del resto;-)

    RispondiElimina
  23. Un piatto che sa di autenticità, di casa, di cose semplici...una coccola insommma!
    Bravissima!
    saretta

    RispondiElimina
  24. Che bontà! Sono davvero invitanti e poi abbinati con il fiore di zucca e la mentuccia devono essere molto profumanti!
    Peccato non avere la farina a disposizione, se no li facevo anch'io dato il tempo uggioso!
    Nadia - Alte Forchette -

    RispondiElimina
  25. che storie...ma dove hai preso il mix di farine già pronto?? gnocchi nel latte? sanno di buono!

    RispondiElimina
  26. Buoni, buoni gli gnocchi.
    In effetti anche io devo smaltire un pò di farine ma non ho quella al farro, che dici la possiamo sostituire?

    RispondiElimina
  27. Non brava, troppo banale, fuoriclasse...si, molto meglio!

    RispondiElimina
  28. Mi invoglia proprio questa ricettina ... specie con il diluvio che sta facendo ora a Chianciano. Baci Laura

    RispondiElimina
  29. Eheheheh.. cara Sapa, anche qui mi sa che stasera arriva altra pioggia..altro che prosciutto e melone! ci vorrebbe una bella polenta.. ;)
    bacioni

    RispondiElimina
  30. ciao a tutti gente!
    tranquilli: domani arriva l'anticiclone delle azzorre che spazzerà via il ciclone che imperversa anche stasera... :-(
    buona polenta a tutti! :-D

    RispondiElimina
  31. Soffriamo tutti dello stesso
    problema, vuol dire che faremo
    delle ammucchiate.
    Bacetto
    Nino

    RispondiElimina
  32. Lampi e tuoni anche qui, questo tuo piatto rallegra e riscalda ^_^

    RispondiElimina
  33. non ti smentisci mai, il tuo blog è sempre una sorpresa! Ho visto che anche tu hai abbinato le fragole al caffè con il riso....chissà quando riuscirò a fare anche io quel meraviglioso budino! Baci!

    RispondiElimina
  34. Buonissima l'idea del mix di farine!!!!
    Mi hai dato un'idea!!
    Baci
    Grazia

    RispondiElimina
  35. che interessante ricetta!! complimenti davvero per la tua creatività!

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano