08/09/08

qualcosa di diverso


qualche settimana fa, in giro con amici, sono capitata in questa azienda agricola. uno di quei posti in cui si può comprare direttamente dal produttore. uno di quei posti che sanno di genuino. incuriosita da molti dei loro prodotti, mi sono fiondata come un razzo su alcune cose che desideravo acquistare da tempo (come la farina "senatore cappelli"), e su altre cose che non avevo mai visto. i ceci neri, ad esempio. sono un'antica varietà di cui l'azienda ha ripristinato la coltivazione, e da alcune ricerche che ho fatto pare sia conosciuta più in puglia che non altrove. qualcuno ha altre informazioni a riguardo? e dunque ho comprato questi ceci, ho diligentemente seguito le istruzioni per la cottura, preceduta da un lungo ammollo, ma non mi sono trattenuta dal tentare un piccolo esperimento. qualcuno ha mai appoggiato i ceci ammollati ma crudi sulla piastra della stufa? ebbene, in pochi minuti si ammorbidiscono ed hanno un sapore molto intenso. ovviamente lo stesso avviene usando una padella calda...

AGGIORNAMENTO: giustamente mi si chiede che sapore abbiano questi ceci :) ebbene, il sapore è molto simile a quello dei ceci bianchi, ma il profumo è un po' più intenso, soprattutto da crudi: da cotti quell'aroma di "terra e pietra" che si sente aprendo il sacchetto svanisce un po'. per questo mi è piaciuta la cottura sulla piastra: alcuni profumi si mantengono meglio. ah, siccome sono neri state attenti a non bruciarli: la differenza fra una buccia buona e una buccia bruciata non sarà così evidente! ultima segnalazione: i ceci sono neri fuori MA bianchi dentro!


TARTARE DI SALMONE E CECI NERI

ingredienti per ogni porzione

45 gr ceci neri
140 gr polpa di salmone freschissima pulita*
1 spicchio d'aglio
1 rametto di rosmarino
1 cucchiaino scarso di capperi sotto sale, sciacquati bene
basilico
cipolla bianca tagliata a dadini piccolissimi
olio extravergine
sale
pepe bianco
senape di dijon alle erbe (io avevo quella, ma va bene una normale la senape di dijon)

*per la stagionalità e la sostenibilità ambientale del pesce, consultate la colonna centrale di questo blog

2 giorni prima:
ammollare i ceci in abbondante acqua fredda, assolutamente senza bicarbonato, per 48 ore, cambiando l'acqua 3 volte.
al mattino:
sciacquare i ceci, dividerli in 3 parti. metterne 2/3 in acqua fredda e cuocerli per un'ora in abbondante acqua con uno spicchio d'aglio e un rametto di rosmarino. scolare bene e condire. il rimanente 1/3 di ceci va asciugato in un panno e scottato in una padella di alluminio ben calda per qualche minuto, finché da alcuni ceci cominci ad uscire una leggera schiumetta bianca. togliere dalla padella, condire e unire al resto dei ceci. tagliare il salmone a cubetti ed insaporirlo con tutti gli ingredienti, senza esagerare con la senape. riunire i due tipi di ceci ed il salmone, aggiustare di sale, olio e altri ingredienti a seconda dei propri gusti, mettere il composto nei coppapasta e riporre in frigo fino a sera. togliere dal frigo 20 minuti prima di servire.

45 commenti:

  1. li voglio, li voglio, li vogliooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!
    Smettila di parlarmene, ora pure la foto... insomma, x ottobre procuramene un pacchettino o non ti parlo più!
    Smack sapina ceciosa!

    Sere - cucinailoveyou.com

    RispondiElimina
  2. bellissima questa versione di tartare. SaruZ ti ritrovo in formissima!! sono curiosa di assaggiare questi ceci! farò presto un salto a rapolano ;)

    RispondiElimina
  3. io non ne so nulla, ma cercherò di informarmi. bella la foto!

    RispondiElimina
  4. mai visti i ceci neri...che curiosa! Ma nememno mai cotti così in padella ci devo provare....ho ceci normali in ammollo...stasera sperimento!

    RispondiElimina
  5. ne ho un pacchetto reduci da un cesto di natale .. perchè non sapevo come cucinarli.. adesso grazie a te.. li sistemo !!! :-))))

    RispondiElimina
  6. ooooh finalemente!!! per mesi non riuscivo ad entrare nel tuo blog...non so perchè ma appena cercavo di connettermi la pagina mi si chiudeva istantaneamente!!! per fortuna,non so come è tutto risolto! sono felice di rileggerti!!!

    RispondiElimina
  7. Wow...i ceci neri non li abbiamo mai visti!! brava brava...ancora un'altra idea originalissima!!
    bacioni

    RispondiElimina
  8. I ceci neri per me sono uan novita'!! Ma rendono al tua tartare ancora piu' raffinata

    RispondiElimina
  9. Sara che tartare hai preparato!!!
    I ceci neri mi sono del tutto nuovi... qui ho comprato delle lenticchie nere che da molto tempo giacciono in dispensa... gia' e' ora di farle prendere un po' d'aria... :D
    Un abbraccio,
    dany

    RispondiElimina
  10. mamma sara che piatto fantastico!

    RispondiElimina
  11. e brava la Salsadisapa.. e pensare che io devo ancora comprare la santoreggia!! però ho fatto un figurone con gli alberi!!

    RispondiElimina
  12. @bi-cece: bravissima! sono fiera di te :D

    RispondiElimina
  13. anche io (nonostante la mia pugliesità) non ne avevo mai sentito parlare... ma la prox volta che scendo in terra natìa ne parlo con un pò di gente... nonsisamai...

    l'idea della Tartare è originalissima! SMUACK!

    RispondiElimina
  14. Ahhhhhhhhhhh!!!me ne ha parlato il papaà di un mio amico che commercializza legumi...devo averli anch'io!!!
    Salsina sei top!;)

    RispondiElimina
  15. Ma tu guarda, mai sentiti ne visti i ceci neri....
    Io ieri giretto interessante in Umbria. Un bacio

    RispondiElimina
  16. Maddai davvero si ammorbidiscono?
    Non mi ricordo in quale mercatino ho viasto i ceci neri, ma siccome non sapevo che farne non li ho presi, porcaloca. Adesso vado in caccia perchè questa cosa di ammorbidirli così mi ha proprio incuriosito, funziona anche coi ceci bianchi?


    piesse
    il tuo risotto qua sotto è uno schianto e te l'ho rubacchiato ;)

    RispondiElimina
  17. @fiordisale: sì sì, funziona con tutti i ceci!! praticamente si cuociono senza acqua! e senza bollire un'ora! magia :)

    RispondiElimina
  18. Ciao ragazza!!! Che piacere tornare a trovare te e i tuoi piatti strepitosi, mi scrivo l'indirizzo dell'azienda agricola perchè questi ceci neri mi intrigano un sacco! Baci, Elga

    RispondiElimina
  19. ceci neri...curiosi!!!
    io amo i ceci,e questi hanno un sapore molto differenti da quelli tradizionali?
    baci

    RispondiElimina
  20. Ottima ricetta e poi non conoscevo i ceci neri, ora la missione 2è cercare i ceci neri!!!!!! anche se a Genova la vedo grigia

    RispondiElimina
  21. Non avevo mai visto questo tipo di ceci e tu li hai divinamente impiegati, bravissima

    RispondiElimina
  22. Ceci neri!?! Non sapevo che esistessero, ma mi piacciono i ceci, il salmone e la senape per cui segno la ricetta! Chissà se riesco a trovarli ...

    RispondiElimina
  23. buonissssimi! mi potevi invitare a pranzo pero'!...riguardo a lui...ehm..si forse sarebbe ora..visto che sta li' perchè non glielo dici tu?!:))

    RispondiElimina
  24. Mai visti eppure qui di cose strane ne trovo ma questi ancora no...ma li trovero',hi!hi!hi! carisima...la tartare allora??? ora che ho scoperto che mi piace!!!!

    buona serata

    ps: esssii, la prossima visita in Umbria ti chiamo.

    RispondiElimina
  25. Geniale questa tartara!!! mi hai fatto venire in mente che ho delle lenticchie nere... anche se diverse dai ceci....devo ricordarmi di usarle

    RispondiElimina
  26. Mi perdoni se ti dico che a me i ceci non piazzono??? pero' cavolo queste foto sono un incanto e la ricetta sotto mi ha letteralmente sconvolta! brava salsina! venire qui dentro è sempre una delizia degli occhi!

    RispondiElimina
  27. I ceci neri mi fanno pensare alle diversità e alle discriminazioni che subiscono (v. pecora nera, brutto anatroccolo - grigio, invece che giallo- gatto nero ....), ma nche alla bontà da scoprire

    RispondiElimina
  28. "ma ho la certezza che il mio mondo
    e ci sarà anche quando chiederò di
    chiudere la luce..."...!?...baci...e per te....link "poetas á mesa."

    RispondiElimina
  29. Je reste une inconditionnelle des tartares et celle que tu présentes...DIVINE...je vais me la mettre de côté, car ceratin qu'elle sera sur ma table un de ces jours. Passe une belle journée sous le soleil. Baci, baci di Francia

    RispondiElimina
  30. per la serie non si finisce mai di imparare...che fascino questi ceci neri!
    interessante questa cottura alternativa: da provare!!!
    garantisci per il risultato?! ;-))

    RispondiElimina
  31. Ma da quanto manco???
    Mi sento in colpa ma proprio era più forte di me.. non son riuscita a far nulla in questi giorni.. Chiedo venia e mi presento qua a pancia vuota (pronta per essere riempita da questi ceci!!)
    Spero vada tutto bene Buon inizio di settimana!
    Baci baci

    RispondiElimina
  32. Ma questa è arte allora dillo no???? apriamo insieme un ristorante??

    RispondiElimina
  33. Ehi ciao!!grazie per i complimenti e confermo che era la prima volta che passavi nel mio blog...Tu fai i complimenti a me ma quella che merita veramente i complimenti sei tu...il tuo blog è carico di idee!!! ripasserò a trovarti spessissimo,promesso!!!! bacio,Isabel

    RispondiElimina
  34. che meraviglia!! si presenta benissimo e dev'essere una delizia!!

    complimenti!

    RispondiElimina
  35. @Max, facciamo così, il primo che li trova fa un fischio all'altro ;-)

    RispondiElimina
  36. Ceci neri??!! Ops, questi non li avevo ancora visti!!
    La tartare ha un aspetto estremamente invitante.
    Complimenti per il tuo bellissimo blog.
    Ciao, buona giornata :-)

    RispondiElimina
  37. I ceci neri non sapevo neanche che esistessero e poi che curiosi che sono, bianchi dentro!! Comunque con il salmone ci stanno proprio bene, sarei curiosa di assaggiarli, li hai descritti così bene che mi stò immaginando il sapore...
    :-))

    RispondiElimina
  38. Questi ceci sono fantastici, ma non avevo mai pensato di abbinarli a del salmone...di solito li preferisco in purezza, semplicemente in insalata con un velo di buon balsamico...ma la prossima volta seguirò la tua ricetta!
    Nadia - Alte Forchette -

    RispondiElimina
  39. mai, mai affacciarsi da te senza essere pronti a tutto!!! In positivo ovviamnete!!! :)
    Sono Pugliese ma non conosco i ceci neri mi devo informare..e la tua tecnica di cottura è troppo interessante, la proverò!

    Un bacio :))

    RispondiElimina
  40. eh si!!!! i ceci neri!!!! ricordo che duranrte la mia lunga pemanenza in Puglia, mia suocera li cucinava!!!!! ora mi è venuto in mente che saranno almeno 10 anni che non li assaggio...mi sa che la prossima volta che ci andrò, me li procuro!!!
    ps: ottima la tartare!!!! complimenti!

    RispondiElimina
  41. Sapetta!
    Adoro i ceci neri e li ho scoperti due anni fa al Salone del Gusto.. Anche io sono rimasta piacevolmente stupita dal sapore e soprattutto dal colore..Dentro come dici tu sono come gli altri! :DD
    Secondo me restano anche più croccantini rispetto ai ceci classici!
    Abbinamento delizioso, brava!
    Un abbraccio
    p.s. per le torinesi in lettura: qui li trovate da EATALY

    RispondiElimina
  42. sono così belli!!!!!!!! adoro la tua incessante ricerca dei prodotti particolari ma genuini e di qualità! il tuo blog è sempre molto istruttivo!

    RispondiElimina
  43. ma guarda che bellissima indicazione che mi dai! Li andrò a trovare presto e mi interessa anche la fattoria didattica per MJ. Baci Laura

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano Bitto_4