09/12/08

qualche settimana fa...


...mi sono piombate addosso un bel po' di mele cotogne. non in senso letterale eh ;-) comunque, come consumarle? ho fatto tantissima cotognata, un po' di marmellata, della salsa agrodolce ma ancora qualche frutto è rimasto in frigo, in attesa di considerazione. ogni giorno pensavo: domani ci faccio un risotto; domani risotto mele cotogne e guanciale, domani risotto mele cotogne cipolle e vattelappesca... beh, domani è oggi ;-) ad una fiera ho comprato del caciocavallo lucano eccezionale ed ho utilizzato quello, ma andrà bene qualsiasi altro formaggio semistagionato e piccantino simil-caciocavallo, tanto per riequilibrare la dolcezza del piatto.


fra gli aromi ho scelto il ginepro, raccolto da me qualche tempo fa, e il chiodo di garofano, entrambi ottimi con le mele. ho inoltre utilizzato la cipolla rossa principalmente per ragioni cromatiche, ma poi ho realizzato che ci stava proprio bene!


RISOTTO AROMATICO CON MELE COTOGNE E CACIOCAVALLO

ingredienti per 2 persone

riso carnaroli q.b.
mezza mela cotogna di dimensioni medie
2 cucchiai cipolla rossa tritata non troppo finemente
2 chiodi di garofano
4 bacche di ginepro
olio extravergine per soffriggere
burro per mantecare
caciocavallo
sale

lavare e sbucciare la mela cotogna, tagliarla a dadi non troppo piccoli e metterla in un pentolino con quanta acqua sia sufficiente a cuocere poi il risotto. aggiungere i chiodi di garofano, accendere il fuoco e calcolare 5-6 minuti da quando bolle. scolare le mele senza buttare l'acqua, rimuovere le spezie e rimettere il pentolino con l'acqua di cottura sul fuoco, pronto per essere aggiunto bollente al riso. in una casseruola alta e stretta, soffriggere dolcemente la cipolla rossa nell'olio, aggiungere il riso, tostare per qualche minuto quindi aggiungere l'acqua di mele calda, le mele e le bacche di ginepro. cuocere come di consueto senza far mai asciugare, alla fine togliere dal fuoco e mantecare con burro e caciocavallo tagliato a dadini finissimi, mescolando molto velocemente per incorporare aria a sciogliere il formaggio.

29 commenti:

  1. Che bello che è! Delicatissimo sia nei colori che nei sapori...ottimi accostamenti!

    RispondiElimina
  2. dev'essere buonissimo!!
    non l'ho mai assaggiato...ma mi hai messo una voglia...

    complimenti!!

    RispondiElimina
  3. Eccezionale...e per questa volta va il detto "al contadino non far sapere quanto è buono il caciocavallo con le mele" ;D
    Un bacio
    Fra

    RispondiElimina
  4. ahahaha domani è oggi è fantastico!
    buono buono buonissimo! le mele cotogne mi riportano all'infanzia... mia mamma faceva come te la cotognata... però il risotto non me l'ha mai preparato!!! :)
    un bacioneeeee

    RispondiElimina
  5. ma che bontà..ce lo immaginiamo cremoso e filante...con questo formaggio di cui andiamo ghiottissime!!
    hai sempre delle idee super originali!!
    un bacione

    RispondiElimina
  6. Deve essere qualcosa di sublime questo risotto, un piatto che rende speciale una cena, ci hai letteralmente presi per la gola. Se riusciamo a trovare qualche mela cotogna, uno dei frutti dimenticati, è certo che da buoni amanti dei risotti, questo lo cucineremo anche noi!
    Un bacio da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  7. Fantastico questo risotto..ne mangerei dose doppia..tutta io!

    RispondiElimina
  8. Mai avrei pensato di utilizzarle nel risotto, sei magica, come il Ntale! Elga

    RispondiElimina
  9. L'anno scorso stavo acquistando delle mele cotogne, ma ll'ultimo momento ho desistito, per timore di non saperle bene utilizzare.
    Trovo la tua idea interessante e gustosa.
    ciao

    RispondiElimina
  10. Degli accostamenti eccezionali.
    Mi è venuta l'acquolina solo nel leggere...
    :)

    RispondiElimina
  11. mannaggia che peccato, qui è difficile trovare le mele cotogne... dire che hanno un sapore così buono :(
    che sogno dev'essere il tuo risotto!
    wenny

    RispondiElimina
  12. Ce l'ho anch'io l'ultima cotogna nel frigo! Il tuo risotto mi sembra perfetto per concludere la stagione di mele cotogne!

    RispondiElimina
  13. Devo dire che l'attesa ha portato ottimi consigli.
    So che il ginepro sulla stessa pianta porta le bacche di tre anni, se si vuole raccogliere si devono prendere le bacche più mature?

    RispondiElimina
  14. Proprio bello stò risotto!!!!
    Sai che io da bambina adoravo la cotognata, ora non riesco più a mangiarla

    RispondiElimina
  15. wauuuu che delicatezza, pure io ho dovuto consumare delle meline ha se avessi aspettanto un po'!!!!
    fantastico questo risottino!!!

    le bacche di ginepro, freshe sono molto più buone vero???sai dirmi se si trovano in commercio??? ne avrei proprio bisogno e non sono ancora riusciata a trovarle, solo quelle secche e...."ammuffite".
    *____*

    RispondiElimina
  16. Toujours un délice de venir voir ton blog..entre le rouge, le vert ...c'est presque Noël et j'adore..Passe une bonne fin de semaine..Tanti baci di Francia

    RispondiElimina
  17. strepitoso abbinamento!

    posso invitarti ufficialmente a partecipare al primo blog-concorso made in Nellabottepiccola?
    un abbraccio

    RispondiElimina
  18. ciao a tutti cari amici!
    @twostella: sì, bisogna prendere quelle più mature! si riconoscono facilmente perché sono più grinzose ;)
    @mariluna: sinceramente non so... non le ho mai comprate! però potresti chiedere ad uno speziale o ad un erborista, oppure potresti fare un giro per boschi :D

    RispondiElimina
  19. Saruz che idea meravigliosa! :D immagino già in bocca la sapidità del caciocavallo e il dolce-acido delle mele..
    veramente ci sta bene la cipolla rossa? interessante.. da provare assolutamente! :D

    RispondiElimina
  20. Che bel risottino invitante!
    Peccato non avere le mele cotogne.
    a presto

    RispondiElimina
  21. Amo le cotogne nei piatti salati :D

    RispondiElimina
  22. ... mi spieghi perchè io non ho mai visto dal fruttarolo le mele cotogne? mettine due in un sacchettino e scrivici sopra "x la mia amica Sere"... me le dai appena ci vediamo!
    Questo "risutin" è chic da morire!
    ...BUONANOTTE AMICHETTA...
    Sere - cucinailoveyou.com

    RispondiElimina
  23. Ma anche il ginepro colto da te ... più genuino di così non potrebbe essere questo piatto. Molto equilibrato. E quel tocco di rosa della cipolla è una meraviglia.

    Un abbraccio
    Alex

    RispondiElimina
  24. che cosa meravigliosa questo risotto!!

    RispondiElimina
  25. Le mele cotogne sono molto difficile da trovare qui, me se le trovo ci sono tante ricette che do provare compresa la tua!
    P.S. grazie di cuore per la solidarietà :****

    RispondiElimina
  26. so che tu sei specializzata in risotti dagli abbinamenti audaci, quindi ti chiedo un consiglio: ho un quintale di melograni, e vorrei usarli in un risotto (e in qualcos'altro...). con cosa li posso abbinare per dare sapore e cremosità al riso? attendo suggerimenti

    RispondiElimina
  27. ciao moscerino! dunque col melograno sta molto bene la carne di maiale: potresti usare del guanciale, o dello speck! ma non sottovalutiamo il pesce: melograno e crostacei ad esempio mi sembrano perfetti insieme! in questo caso ti consiglio di fare un bel brodo di pesce con le teste degli scampi ad esempio! per dare cremosità il passaggio fondamentale sta nella mantecatura: va fatta fuori dal fuoco, in casseruola dai bordi alti, aggiungendo un grasso (burro o olio) e mescolando velocemente, dall'interno verso l'esterno, per un paio di minuti. fammi sapere! :D

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano