03/12/08

qualcosa di nero, come il cavolo ;-)


domenica ho chiesto ai miei nonni UN PO' di cavolo nero per fare la ribollita. ehm... un po'. quando sono andata a prenderlo, ho visto arrivare mio nonno con 3 piante intere :-O il senso della misura non è di casa... o forse mi ero spiegata male io? eheheh :-) fatto sta che uno glie l'ho lasciato, uno l'ha preso mia madre, l'altro me lo son preso io. dopo aver tolto i bruchi (mica ci andrebbero su cavoli "avvelenati"!) ed eliminato le coste più dure, me ne sono andata a casa con questo bel fascio di verdura. voi non l'avreste "assaggiato" prima di farci qualsiasi cosa? ;-) ho pensato quindi, dietro consiglio di beatrice, di rubacchiare la parte interna, quella più tenera, e l'ho usata per un piatto di pasta tra i più semplici &buoni che abbia fatto quest'anno: acciughe sotto sale e cavolo nero, mantecati con qualche fiocchino di burro fatto in casa. e poi questa ricetta va nel tag "al volo", quello dedicato alle ricette velocissime: in barba ai sughi pronti, ai surgelati e ai quattrosaltinp... senza fare nomi va' ;-)


PASTA AL CAVOLO NERO, ACCIUGHE SALATE E BURRO

ingredienti per ogni porzione

pasta corta q.b.
un ciuffetto di foglie interne di cavolo nero
2 acciughe sotto sale
olio extravergine

1 spicchio d'aglio
burro (meglio se fatto in casa)

dissalare le acciughe in acqua corrente, finché si cuoce la pasta. appassire il cavolo nero, tagliato a pezzettini e privato delle eventuali coste dure, in pochissimo olio e uno spicchio d'aglio per 6-7 minuti almeno, aiutandosi nel caso con un po' d'acqua di cottura della pasta. scolare al dente tenendo da parte un po' d'acqua, risottare in padella la pasta insiem
e al cavolo e alle acciughe, aggiungendo volta per volta fiocchetti di burro. servire subito.


AGGIORNAMENTO: con questa ricetta partecipo alla raccolta di ricette a base di cavoli di antonella



31 commenti:

  1. Non è certo da tutti, riuscire a preparare piatti con verdure biologiche appena raccolte, ma è certo che la genuinità di ciò che prepariamo deve essere un bisogno.
    Mi piace l'accostamento del cavolo nero con le acciughe salate

    RispondiElimina
  2. una pasta velocissima, che invidia in senso buono, hai la possibilità di poter avere verdure fresche di prima mano, ci guadagna il gusto e la salute sicuramente, la ricetta è come sempre super, ma sia gli ingredienti che l'accostamento acciuga cavolo nero ne fanno una pasta buonissima sotto tanti punti di vista.

    RispondiElimina
  3. Davvero un condimento super veloce, ma sono sicura che il sapore deve essere incredibile!
    Un bacio grande
    Fra

    RispondiElimina
  4. da copiare sicuramente. vedo che allora non è solo la mia di famiglia a non avere il senso della misura... ho chiesto alla nonna una fetta della zucca dell'orto e me ne ha data una intera da 8 kg! e un'altra è in arrivo!!! mangerò zucca per i prossimi quindici anni :)

    RispondiElimina
  5. Buonissima questa pasta con il cavolo! Poi l'aggiunta dell'acciuga da sicuramente gusto!
    baci baci

    RispondiElimina
  6. mamma mia che buona. Quasi tutto homemade. mancavano le acciughe che ti preannuncio ho imparato a mettere sottosale in sicilia pressate con un bel mattone. ne ho ancora un po'. le userò per rifare questa bella ricettina che adoro.
    unica cosa che varierò: vorrei cuocere il cuore del cavolo nero già croccante all'orientale, cioè scottato in acqua e poi buttato ad altissima temperatura nel wok per 2/3 minuti... che ne dici? :D

    RispondiElimina
  7. @ciciuZ: nooooo le accughe sotto il mattone che meravigliaaaaaa :D per la cottura del0 cavolo, ti approvissimo: dimmi come viene!

    RispondiElimina
  8. Grandissima!Io l'ho comprato al sett scorsa e l'ho trasformato in ribollita..questa pasta però m'ispira troppo!
    Bacione
    saretta

    RispondiElimina
  9. io lo adoro il cavolo nero. adoro tutti i cavolumi e cavolami che esistono in questo periodo. ma questo, in particolare, col broccolo fiolaro, sono i miei preferiti. mi piace il suo colore,e la consistenza geometrica precisa! :-) la tua pasta deve essere ottima!

    RispondiElimina
  10. Che invidia il cavolo appena colto...
    E che bel piattino invitante:)

    RispondiElimina
  11. Ho avuto la fortuna...he si..proprio fortuna di trovare il cavolo nero qui al mercatino rionale...chissà quale buon contadino l'aveva colto per farcelo assaggiare nella sua bellezza e bontà...é passato un'anno ed infatti non l'ho più rivisto sul banco...spero nella bontà di qualche altro contadino!!!
    Magnifico con le acciughe...

    RispondiElimina
  12. Che foto meravigliosa! Sei veramnete un'artista soprattutto nelle nature "morte" si possono chiamar così???? Bella pasta ho già l'acquolina..dì a tuo nonno di buttarne un pò in qua di cavolo:))Elga

    RispondiElimina
  13. mmm che buono...anche la mia amica Mi mi porta un cavolo nero brucato come il tuo...le suggerisco questa ricetta! ciao salsina cara un bacio

    RispondiElimina
  14. Squisito il cavolo nero! Forse perchè porta con se il sapore dei ricordi e dei piatti mille volte raccontati dai nonni, solo il pensiero è dolce e invincibile!
    Mia suocera mi insegnò,ormai molti anni fa, a preparare il cavolo nero ripassandolo in padella con patate precedentemente bollite nella stessa acqua,pane secco a tocchetti e qualche " figassin", vale a dire piccole focaccette fritte.
    Un piatto povero,un piatto unico ...in tutti i sensi .

    RispondiElimina
  15. Ma possibile che in certi angoli d'italia, il cavolo nero sia oggetto del desiderio?
    W gli orti che seguono i ritmi della natura, senza essere "pucciati" in diserbanti, disinfettanti, insetticidi, ecc...

    RispondiElimina
  16. Quattro salti che????? Come mi sarebbe piaciuto questo piattino di pasta!!

    Evviva i tuoi nonni, sempre :))

    RispondiElimina
  17. molto bella come ricetta,sapore intenso ;)

    RispondiElimina
  18. Un petit coucou en passant pour te souhaiter un bon week-end. C'est toujours un bonheur des yeux et je dévore tes pâtes avec amour.

    RispondiElimina
  19. Questo ortaggio parla da sé e ha bisogno di semplicità. Non ce lo vedo in preparazioni elaborate. Una pasta come la tua è ottima.
    La farò con il cavolo verde, cuginetto del cavolo nero che si trova qui al Nord.
    Buon WE
    Alex

    RispondiElimina
  20. Buona!! Io adoro le pasta con le verdure, soprattutto poi se è un sughetto very fast!! Bacioni :*

    RispondiElimina
  21. ciao salsa di sapa,
    appena ho letto che hai preparato una confettura con le patate mi è venuta una curiosità incredibile e sono passata subito da te a leggere la ricetta! a te piacciono le patate nei dolci, a me piacciono le confetture! l'ho salvata e spero di poterla preparare presto.
    ciao, buona serata ;)

    RispondiElimina
  22. Ciao...grazie mille per aver partecipato alla mia raccolta...questa ricetta fa proprio al caso mio....piatti veloci a pranzo e... abbasso i preparati industriali!!! Inoltre nell'azienda agricola dove faccio la spesa,trovo il cavolo nero,cosa difficile qui a Roma ;o)
    A presto!!!
    Baci

    RispondiElimina
  23. che bontà è vero i cavoli non trattati presentano simpatici ed innocui bruchi verdini ,me li ricordo solo ricordo dovendo comprare il cavolo ,molto buona la tua ricetta ,mi piace laggiuga ,tra poco posto buon ponte

    RispondiElimina
  24. Sai che il cavolo nero non l'ho mai mangiato? La foto in apertura mi piace proprio tanto ma io qui non credo di averlo visto mai...

    Ciaoooo

    RispondiElimina
  25. tesooooorooooooooooo
    il cavolo nero, ora che finalmente l'ho trovato e assaggiato, so già che mi creerà dipendenza!!! voglio assolutamente fare questa pasta e la ribollita e l'acquacotta... insomma voglio toglere bruchi dal cavolo nero per tutto l'invernoooooo :))
    un bacioneeee

    RispondiElimina
  26. ma sì! questo bel piatto mi ricorda qualcosa di molto simile preparato qualche tempo fa. Il cavolo nero sposa benissimo l'acciuga

    RispondiElimina
  27. Ciao sara, scusa se l'ho usata la foto della tua pasta, l'avevo trovata da un'altra parte e l'ho usata senza sapere che fosse tua. è molto bella e complimenti per il tuo blog. l'ho già rimossa e anche sul mio altro blog. scusa ancora. cristina

    RispondiElimina
  28. buona, la faccio da anni ormai, consiglio un aggiunta di semi di sesamo tostati con un filo di olio evo.. e un tocco di noce moscata grattuggiata a fine cottura male non fanno :-) ciaooo

    RispondiElimina
  29. posso trovarlo a Firenze? dove?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in qualsiasi mercato ortofrutticolo :-)

      Elimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano Bitto_4