26/01/09

qualcosa di rossomirtillo

crostatalenticchie

i mirtilli da me non crescono: li ho cercati ovunque per boschi ma nisba. solo more di rovo o di gelso, ammesso di trovare ancora dei gelsi. questa marmellata infatti mi è stata regalata: viene dal trentino, e "sarebbe" artigianale, solo che... sarà un limite mio, per carità, ma trovo che le marmellate fatte con la pectina abbiano un sapore troppo omologato e una consistenza troppo gelatinosa. in parole povere preferisco quelle fatte col metodo tradizionale: zucchero, limone e mela ove necessari, e frutta fresca & ben matura. comunque questa marmellata si è comportata benissimo con la crostata, un dolce cui sono molto affezionata perché è stato il primo che abbia mai fatto. ma ho una fissazione: ogni volta cambio dose per la pasta frolla :) non perché non ne trovi mai una che mi soddisfi, ma semplicemente perché mi diverte provare le varie consistenze e, magari, studiare la soluzione migliore caso per caso. volevo utilizzare poi la farina di lenticchie con cui avevo fatto questi biscotti, e l'abbinamento coi mirtilli m'è sembrato interessante: rustica e vagamente amarognola la base, dolce e asprigna la marmellata. per quanto riguarda la dose, me la sono inventata in base a quel che avevo in casa (non che ci sia chissà che da inventare): in ogni caso è andata bene :-D

CROSTATA CON FARINA DI LENTICCHIE E MARMELLATA DI MIRTILLI ROSSI

ingredienti per una crostata di 22 cm circa

100 gr farina bianca 00
100 gr farina di lenticchie di castelluccio
100 gr di burro di ottima qualità
1 tuorlo da uova codice "0"
1 cucchiaio di sapa di miele (o semplicemente di miele sodo)
35 gr di zucchero bianco
35 gr di zucchero di canna
un pizzico di sale
marmellata di mirtilli rossi q.b.

tagliuzzare il burro possibilmente senza toccarlo con le mani, unire lo zucchero e mescolare poco con la frusta, semplicemente schiacciando un po' i cubetti di burro. unire il tuorlo, il sale, il miele e girare appena, aggiungere le farine e mescolare con le mani formando velocemente una palla. riporre in frigo giusto il tempo di accendere il forno e rivestire la teglia di carta da forno. stendere la pasta sottile coi bordi alti (se fate più impasto potrete fare le striscioline sopra la crostata), distribuire la marmellata e livellare. cuocere a 180° per 25 minuti. NB: se la marmellata fosse troppo soda, mescolarla con un po' di succo d'arancia (o limone, o solo acqua) prima di distribuirla sulla crostata.

33 commenti:

  1. intrigante l'idea della farina di lenticchie che, credo, rimanga amarognola come la farina di roveja che mi hai regalato! :-)
    Anche qui non crescono i mirtilli, uffa... però ne faccio scorte esagerate in montagna...

    ps... il risotto qui sotto, un capolavoro! L'ho provato ieri a pranzo! :-)
    Buon lunedi!

    RispondiElimina
  2. :D
    la farina di lenticchie è molto meno amara di quella di roveja, ma anzi, ti dirò: secondo me una crostata di roveja sarebbe ancor più intrigante di questa!
    per quanto riguarda il risutin, tenc iuuuuu :D

    RispondiElimina
  3. Perchè il miele nella frolla?
    Quale risultato volevi raggiungere?
    Consistenza o sapore?

    RispondiElimina
  4. brava lenny che te ne sei accorta! :)
    ho aggiunto un cucchiaio di miele perché generalmente metto 2 tuorli per 300 gr di farina. con 200 gr 1 tuorlo era poco, ma non avevo un altro uovo e non volevo mettere l'albume: così ho "rimediato" aiutando l'impasto con un cucchiaio di sapa, che inumidisce e lega pure un po'. allora ho diminuito leggermente lo zucchero et voilà :)

    RispondiElimina
  5. Concordo pienamente con te sulla questione della pectina... No, no, no, non mi piace proprio! A me i mirtilli mi è capitato solo una volta di trovarli facendo trekking in alta montagna in Svizzera. Può sembrare assurdo, ma ti da una gran soddisfazione fare le marmellate con la frutta che tu stessa hai raccolto...
    Mi incuriosisce molto l'accostamento di sapori e ingredienti di questa crostata...
    Buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
  6. Un trucco da alchimista?
    Lo terrò a mente
    Ieri ho preparato degli gnocchi di patate, cuocendo le patate a vapore, seguendo il tuo suggerimento (di pubblicazione in data da destinarsi) ed ho notato una differenza notevole rispettto alla cottura classica per ebollizione nell'acqua.

    RispondiElimina
  7. la tua frolla speciale deve essere davvero buona, ancheio non trovo mirtilli e pensare che da piccola andavo a raccoglierli...ma ora è troppo caldo perchè crescano! E neppure io amo il sapore di pectina trovo che rovini il gusto della frutta! ;)

    RispondiElimina
  8. @lenny: bene, aspetto la ricetta, sono curiosa! di solito cuocio le patate al forno con la buccia e completamente ricoperte di sale... effettivamente il sapore è diversissimo: gli gnocchi sanno più di patata, e sono convinta che anche il vapore dia questo risultato!
    @tutti i non pectiniani & cercatori di mirtilli: grazieee :)

    RispondiElimina
  9. Sperimentare nuove combinazioni per la frolla è davvero un'arte...sarà che io con quel tipo di impasto ci faccio un po' a pugni e dopo aver provato quella di santin mi ci sono attaccata come una cozza...però mi stuzzica un sacco!!!
    Bravissima
    Un bacio
    fra

    RispondiElimina
  10. Grande Salsina!manco la crostata ti riesce banale!
    Bacione

    RispondiElimina
  11. eh si, ma con la tua bravura puo permetterti di cambiare ricette classiche! questa con la farina di castagne è davvero orignale e curiosa..ma ben riuscita!!
    un bacione

    RispondiElimina
  12. farina di lenticchie?? Mai sentita...ma dici che la trovo facilmente? Troppo carina questa ricetta!

    RispondiElimina
  13. Bellissima questa variante della frolla: anche io amo cambiare gli ingredienti di questo tipo di impasto, che così ben si presta a variazioni su tema...Brava davvero! :-)

    RispondiElimina
  14. è deliziosa che altro aggiungere!!un bacione imma

    RispondiElimina
  15. che meraviglia!!! io credo di essere mooolto "indietro"!! la farina di lenticchie non la conoscevo :(

    bacini!!

    RispondiElimina
  16. Dubito di riuscire mai a trovare la farina di lenticchie..ma mi segno tutto..non si sa mai.

    RispondiElimina
  17. Salsina che dici...posso mixare le lenticchie che ho e farne della farina??? ummmm mi sà che non é proprio cosi' semplice vero? Pero' so quanto sono buone le lenticchie dolci percio' immaggino la fragranza di questa tua crostata profumata!!!

    RispondiElimina
  18. intrigante la farina di lenticchie..(ma si trova in commercio???)
    e i mirtilli rossi poi..che meraviglia.

    A.

    RispondiElimina
  19. @chi mi chiede della farina: dunque, probabilmente con uno di quei piccoli mulini domestici si riesce a fare anche la farina di lenticchie, ma non posso garantire! ad ogni modo, l'azienda che la produce è questa:
    http://www.lustazzu.net/
    se mandate un'email magari ve la spediscono :-)))

    RispondiElimina
  20. Farina di lenticchie? Miele al posto delle uova...Quante cose che scopro in questo bel blog...hei maga magò diventi ogni giorno più brava!!!Bacioni

    RispondiElimina
  21. questa ricetta è perfetta per la mia raccolta sara..corri!! UN BACINO.LETY

    RispondiElimina
  22. Che particolare la farina di lenticchie...sei sempre unica!

    RispondiElimina
  23. ah!! l'hai provata!! :D brava! bell'accompagnamento. come sai ero titubante per la farina di lenticchie che conosco e che è amaragnola ma mitigata con la farina normale credo che amplifichi le sue note positive vero?
    Immagino che rimanga un gusto "molto deciso" considerando che anche i mirtilli dicono la sua.. eccome se la dicono! :D
    bell'esperimento :D (la farina ha tenuto bene? e il miele ha dato il risultato di mitigare ancor di più la farina?)

    RispondiElimina
  24. hai una ricetta per fare una marmellata come si deve??? mai fatta in vita mia... e vorrei mettermi alla prova:-)))

    RispondiElimina
  25. @ciciuzza: devo dire che questa farina finora non mi ha mai deluso, ma è anche vero che non l'ho mai utilizzata in purezza. chissà :D comunque il risultato mi è piaciuto molto :-)
    @la frenk: la marmellata è uno dei miei più grandi divertimenti ;-) la ricetta varia a seconda del tipo di frutta, quindi magari dammi un indizio: che frutta vorresti utilizzare?

    RispondiElimina
  26. farina di lenticchie??miele nella frolla??Mi incuriosisci molto con qs ricetta..ma il sapore della frolla da sola com'è??

    RispondiElimina
  27. @elisa: è buonissima anche da sola :-) ha il gusto della classica pasta frolla ma leggermente più erbaceo!

    RispondiElimina
  28. Sempre alla ricerca di nuovi equilibri :-) Mi ispira l'aggiunta di miele, ingrediente che mio marito adora, per cui copierò baci

    RispondiElimina
  29. Farine di lenticchie e mirtilli.....ma le pensi davverto tutte...grande! Baci

    RispondiElimina
  30. la farina di lenticchie???? Non l'ho mai vista in giro.... ma se macinassi il legume secco dovrei ottenere lo stesso effetto???!!! magari ci provo!

    RispondiElimina
  31. @maya: credo di sì, ma per ottenere la farina dalle lenticchie non credo che basti un semplice mixer: forse ci vuole uno di quei piccoli mulini domestici... o magari basta il bimby? chi ce l'ha (io no) magari può farcelo sapere :)

    RispondiElimina
  32. Cosacosacosa??? esiste la farina di lenticchie ed io non ne sapevo niente?:/
    Ma quanto c'è da imparare?! Cmq la crostata mi sembra interessante:)

    RispondiElimina
  33. Finalmente ho avuto tempo di sbirciare fra le tue ricette...questa base con la frina di lenticchie è originalissima. La proverò di cert...anche perchè dalle tagliatella fatte qualche tempo fa, ne ho avanzata parecchia!
    magari con una marmellata più dolce, pesche&cioccolato oppure prugne bianche...

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano