19/02/09

quattroquarti. o quasi ;-)


ieri sera ho fatto una torta. dovevo utilizzare al più presto delle uova in scadenza, e volevo riprendere il barattolone di ovomaltina con cui avevo fatto questi muffin, e che da allora se ne stava in pensione nella mia dispensa. purtroppo, non bevendo il latte, l'ho dovuto lasciare lì in attesa di un'idea. ho pensato dunque alla torta quatroquarti, ho preso il libro di pasticceria e ho letto la ricetta: di una grassezza inaudita. si prescrive di pesare le uova, col guscio, e calcolare pari quantità di farina, zucchero e burro. pesate le mie uova, son venuti fuori 250 grammi di tutto: credo di non aver mai usato tutto 'sto burro in una volta sola. ah, in più 100 grammi di mandorle! insomma, una torta per scalare l'everest con una mano sola. poi ho guardato fuori della finestra: neve congelata dal giorno prima, gente imbacuccata, vento gelido... ma sì, proviamo. però ammetto che ho tirato un po' i freni: prima cosa niente mandorle. le ho sostituite con l'ovomaltina. poi meno zucchero, e di canna, anche perché l'ovomaltina è già un po' zuccherato. e il burro? beh... 250 gr nel frigo non c'erano: il panetto era avviato. ho fatto 200 più un filino d'olio. ecco dunque la quattroquarti o giù di lì all'ovomaltina, per una colazione sana, genuina e (molto) energetica :-P

QUASI QUATTROQUARTI ALL'OVOMALTINA

ingredienti per una teglia di 22 cm

4 uova: vanno pesate col guscio. le mie pesavano 250 gr abbondanti, ma facciamo 250 e non se ne parla più
stessa dose di farina
stessa dose di burro (io ho fatto 200 + poco olio evo)
stessa dose di zucchero di canna (un po' meno: ho fatto 200)
80 gr di ovomaltina

rompere le uova e mescolarle a lungo allo zucchero. io ho usato le fruste elettriche, perché bisogna ottenere una bella crema gonfia e omogenea. nel frattempo sciogliere il burro a bagnomaria e tenere pronto in caldo. aggiungere alle uova la farina setacciata con l'ovomaltina e mescolare a lungo. di nuovo ho usato le fruste, perché la torta viene bene se si amalgano alla perfezione tutti gli ingredienti. alla fine aggiungere il burro fuso: quando ho visto la quantità in forma liquida ho rabbrividito. però che profumo. mescolare ancora molto bene e versare in una teglia imburrata e infarinata. io ho la teglia antiaderente, ma per finta: ogni volta che non la imburro e non la infarino l'impasto si attacca. eccheccavolo. cuocere a 170° (più o meno, in base al vostro forno) per circa mezz'ora. si gonfierà al centro nella fase finale della cottura, e sarà di consistenza vellutata e morbida. buona!

42 commenti:

  1. Il quattroquarti devo ancora provarlo. Di torte ne ho fatte parecchie ma la storia dello stesso peso di tutti gli elementi non mi è ancora passata sotto mano!
    Sai che mi hai fatto venir voglia di ovomaltina? l'ultima volta che l'ho assaggiato risale a talmente tanto tempo fa che stento a ricordarne il sapore!

    RispondiElimina
  2. Sicuramente energetica, ma di necessità virtù:)) Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. dunque dunque.. ma che quattro quarti è? le mandorle non mi risultano nella ricetta base... tutto come dici tu in effetti, meno che le mandorle :)
    comunque è vero molto burroso ma come mi ha insegnato mia mamma.. fallo con il burro chiarificato diventa al gusto molto più leggero! :)
    è un dolce a cui io sinceramente non so rinunciare, ogni tanto lo faccio perchè mi piace tanto!! e con l'ovomaltina deve essere troppo buonoooo :)

    RispondiElimina
  4. Ah che bella idea!Nemmeno io mai fatta la quattro quarti!
    bacione

    RispondiElimina
  5. la quatre quarts è meravigliosa e.... incredibilmente ricca (eufemismo), la tua variante mi piace moltissimo, mi sa tanto che te la copio e la provo!
    ciao
    babs

    RispondiElimina
  6. non sarà una torta leggera ma che delizia dev'essere!!!! mi attira troppissimo!!!! baciniiiii

    RispondiElimina
  7. lo zucchero sarebbe stato davvero eccessivo io per abitudine dimezzo sempre la dose anche in dolci non quattroquarti...ma non potevi usare delle uova di quaglia???? hahahah!!!
    Grande sei salsina!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  8. Ne abbiamo sentito parlare, am non lo abbiamo mai provato!1 sembra un dolce particolare, amolto buono!!
    il problema è che non usiamo l'ovolmaltina..e diventa difficile da smatlire un'intera confezione...! ;)
    un bacione

    RispondiElimina
  9. mi piace!!!E poi con l'ovomaltina non si sentirà affatto la mancanza delle mandorle..
    Cmq anche io faccio come te quando mi manca un ingrediente, lo sostituisco o rimpiazzo quello che manca, l'ultima volta ho sostituito l'olio di semi con lo yogurt..
    Un bacio!!

    RispondiElimina
  10. Il quattroquarti non è male, anche se non è proprio leggerissimo! Io ne avevo provato uno con le mele, ma l'ovomaltina non l'ho mai assaggiata neanche nel latte!

    RispondiElimina
  11. Ma dai, al mattino con questo freddo siberiano ci sta bene la torta ricca ed energetica!
    Quindi, niente rimorsi! Basta non mangiarla prima di andare a nanna...
    Baci!

    RispondiElimina
  12. Leggera non lo è.... ma il 4/4 non deve essere leggero!
    Burroso, saporito.... e con la tua variante anche DECISAMENTE energetico!
    Ma è come TE!!!!
    Che se ti prendo a colazione mi fai affrontare meglio la giornata!
    O si si.....
    Bellissimo!
    Buonissimo!
    Salsissimo!

    nasinasisaltellanti (per smaltire l'ovomaltina!!!)

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. Credo che se cucinerò questa torta a mio marito, potrebbe innalzarmi un monumento, perchè adora letteralmente l'Ovomaltina! Grazie dunque per la ricetta: allora...meglio che faccia posto in casa per la mia statua, prima di infornarla! un bacio ;-P

    RispondiElimina
  15. Ma figurati, non sono mai inciampata in una torta del genere, non l'ho proprio mai sentita nominare :)
    ammetto che mi ha fatto strabuzzare gli occhi, già con le tue correzioni è più abbordabile!
    wenny

    RispondiElimina
  16. Un dolce con l'Ovomaltina con questo freddo è quel che ci vuole.
    Interessante la declinazione quattro quarti:)

    RispondiElimina
  17. La mia signora in rosso!!!
    Ciao tesora un abbraccio grande grande e grazie di cuore!!!

    RispondiElimina
  18. Bé molto energetico ma immagino anche molto buono!!! ;D
    Un bacio e buon fine settimana
    fra

    RispondiElimina
  19. quattro quarti??? ma si, per una torta così anche sedici sedicesimi :)
    Geniale quella dell'ovomaltina, a volte anche io faccio queste improvvisate, ma il mio risultato è sempre incognita!
    beh complimenti :)

    RispondiElimina
  20. grazie a tutti!
    @miciapallina: ah ma allora ci seeeeeeeeeeeiiii :-D
    @lory: bentornata carissima, sono davvero felice di rileggerti! :-))))))))

    RispondiElimina
  21. Ma che idea questa con l'ovomaltina!!!! Buona serata Laura

    RispondiElimina
  22. che bello l'ovolmaltina ! buon fine settimana

    RispondiElimina
  23. mai provato il quattro quarti, l'ovomaltina mi ricorda tanto la mia infanzia saranno trent'anni che non lo uso più ! mi ricordo i tuoi muffins e ora questo dolce.... super energetico.. ma....qui da me la neve non c'è... che scusa trovo per papparmelo?
    hehe

    RispondiElimina
  24. ho un nuovo libro con almeno una dozzina di quattroquarti, oltre a tutte le ricette che avevo già, ma non ne ho mai fatta nemmeno una per lo stesso motivo...non mi spaventa tanto lo zucchero, benchè non ami i dolci esageratamente dolci (ma ho trovato delle ricette con 400 dico QUATTROCENTO! grammi di zucchero!), ma mi atterrisce la quantità di burro....
    insomma alla fine ti è piaciuta? non sapeva troppo di burro????

    RispondiElimina
  25. Non ho ancora provato la ricetta dei quattro quarti ( o quasi :-DDDDD ) e se provassi con la tua!?! Baci e buona domenica

    RispondiElimina
  26. a vedere la foto senza leggere la ricetta a vevopensato chissà com alla farina di castagne,
    l'ovomaltina ce l'ho ;))

    RispondiElimina
  27. In effetti anche a me le quattroquarti spaventano un pò per l'eccessiva quantità di burro utilizzata!
    Mi incuriosisce molto l'utilizzo dell'ovomaltina.....da provare! Baci

    RispondiElimina
  28. eheheh... infatti anche io leggendo la famosa ricetta rimasi sconvolta da quanto burro c'era è rinunciai....non avendo in previsone scalate in montagna;)

    RispondiElimina
  29. Mai provata ma io scalerei volentieri l'Everest! EhEhEh


    Bacioni a te e alla tua energica nonnina
    Cannelle

    RispondiElimina
  30. certe pietre miliari della pasticceria bisogna farle, anche chiudendo un occhio sulla percentuale di grassi!
    Troppo buona :)

    RispondiElimina
  31. grazie a tutti :) scusate la latitanza ma sono indaffaratissima in questi giorni!

    RispondiElimina
  32. mooooolto energetica soprattutto!!! :) ma che buona erò che dev'essere!!! :D

    RispondiElimina
  33. una buona idea, l'ovomaltina si puo usare per biscotti, torte,...

    RispondiElimina
  34. che bella torta sofficiosa poi trovo l'uso dell'ovomaltina una vera genialata;-)baci imma

    RispondiElimina
  35. sono arrivata qui dal tuo ultimo post... ohmmioddio, l'Ovomaltinaaaaaaaaaaaa!! 1) è buonissima!! ma proprio buona buona buona!! altro che il Nesquik! 2) mi ricorda tantissimo la mia infanzia perché la amavo nel mio latte caldo.. :)

    RispondiElimina
  36. ciao, ho fatto la torta a memoria, mi ricordavo solo che tutto doveva essere uguale al peso delle uova... però io le ho pesate senza il guscio!! quindi cosa è uscito fuori? una torta con una concentrazione di uova più alta... ma leggera per il resto... erano circa 180 gr. ma di olio ne ho messo solo 100, poi ho aggiunto cioccolato fondente a pezzetti... il fatto che da venerdi scorso pm ad oggi am sia finita (siamo solo in 3) dice tutto!!! mia figlia ringrazia, a presto, Aggy

    RispondiElimina
  37. -aggy: ahahhah fantastico, visto? non volendo hai inventato una nuova ricetta! :-) grazie mille per averla provata e per avermi scritto!

    RispondiElimina
  38. Cos'è l'ovomaltina? Qualcuno mi sa dire dove la posso comprare?

    RispondiElimina
  39. si compra al supermercato. è una bevanda svizzera per la colazione: è fatta di cacao, malto, zucchero, e uova. si compra in polvere e si scioglie nel latte caldo.

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano