10/03/09

quasi "normale"


mi son sempre chiesta perché la farina integrale, nei dolci, sia frequentemente abbinata al miele: chi se l'è inventato 'sto giochino? chiunque sia stato, ha sicuramente colto nel segno. c'è solo un piccolo particolare: non ho mai trovato ricette salate a base di cereali integrali e miele (salvo al limite dei pani). l'uso del miele ha origini antichissime: secoli fa era frequentemente utilizzato anche nelle preparazioni salate, perché il gusto comune era molto più orientato all'agrodolce e allo speziato di quanto non lo sia adesso, ma secondo me è un'usanza che in qualche misura dovrebbe essere recuperata. quand'ero bambina a casa avevamo le api: un ometto del paese veniva a smielare quand'era il momento, bardato come un extraterrestre, e mi ricordo benissimo il profumo della cera ed il fermento che c'era a casa durante le fasi clou. per questo ho sempre amato il miele molto più dello zucchero. chiaramente poi c'è miele e miele: per una preparazione salata tendenzialmente dovrebbero essere utilizzati mieli dal retrogusto amarognolo, non spiccatamente dolci, come ad esempio il miele di melata. ho alcuni parenti che ancora hanno le api, e quando è possibile prendo il miele da loro, ma per le tipologie più particolari di solito mi rivolgo a questa azienda, che ha sede ad assisi ed ha dei prodotti biologici di altissima qualità. comunque, veniamo alla pasta: sono andata sul tradizionale, quasi normale appunto, ovvero ho abbinato al miele la frutta secca e il pecorino, più la giusta nota acidula e fresca dell'erba cipollina che è nata spontaneamente nel giardino dei miei... l'ho salvata dalla falce maldestra di mia nonna ;-) è un piatto veloce, buonissimo e facilissimo: provate!

p.s.1: non so se ne siate a conoscenza, ma le api sono in grave pericolo in tutto il mondo, e questo è tutt'altro che "normale": a causa dei pesticidi, negli ultimi anni c'è stata (e continua ad esserci) una moria di api davvero preoccupante. anche per questo è importante incentivare sempre di più l'agricoltura biologica: ricordiamoci che le api sono le artefici dell'impollinazione di numerose specie vegetali, e senza polline niente fiori, senza fiori niente frutti, senza cibo niente vita.

p.s.2: scegliamo preferibilmente miele italiano: viaggia di meno (quindi inquina di meno) ed è certamente più controllato dei mieli esteri.

SPAGHETTI INTEGRALI AL MIELE DI MELATA CON MANDORLE, PINOLI, PECORINO STAGIONATO ED ERBA CIPOLLINA

ingredienti per ogni porzioni

spaghetti integrali bio q.b.
un pezzetto di burro salato (io ho ancora quello della normandia...)
mezzo cucchiaio di miele di melata bio, o anche di castagno, come suggeriscono i lettori ;-)
pecorino stagionato da grattugiare (io ho ancora quello "muffe bianche")
3/4 mandorle non spellate
un cucchiaino di pinoli
3/4 fili di erba cipollina fresca

mentre la pasta cuoce, sciogliere dolcemente in padella il burro e il miele. quando sono ben amalgamati aggiungere la frutta secca pestata grossolanamente al mortaio. scaldare per qualche minuto quindi aggiungere l'erba cipollina tritata. scolare la pasta molto al dente tenendo da parte un po' d'acqua di cottura per risottarla in padella, aggiungendo il pecorino man mano che si salta.

34 commenti:

  1. Un piatto davvero originale, da provare!

    RispondiElimina
  2. ciao, sono nuova di qui. concordo con tutto quello che hai detto sulle api e sull'agrigoltura biologica che va incentivata! forse la tua ricetta si può fare anche col miele di castagno, che si trova più facilmente e anche quello non è troppo dolce. tra l'altro stasera sono a casa da sola e credo di avere tutti gli ingredienti: la provo, è senz'altro originale!

    RispondiElimina
  3. -lise: verissimo! ora che mi ci fai pensare, ho finito il miele di castagno! devo provvedere :D
    -marta: grazie!

    RispondiElimina
  4. ...ricordiamoci che le api sono le artefici dell'impollinazione di numerose specie vegetali, e senza polline niente fiori, senza fiori niente frutti, senza cibo niente vita...
    NON C'è NULL'ALTRO DA AGGIUNGERE!

    Grazie Saruz per tutte le informazioni che ogni volta mi dai!
    Gli spaghetti? ovviamente li proverò, Mi incuriosiscono parecchio!

    RispondiElimina
  5. Interessanti info sul miele... Anche io ho una vera passione pensa che vado a prenderlo in toscana da un apicoltore è tutta un altra storia! L'ultima volta era appena raccolto e doveva ancora "stagionare" quindi quello di acacia aveva un parte bianca schiumosa sulla superficie di una bonta che... Ti chiedi davvero come faccia in natura ad esistere un nettare così e noi? Non ci preoccupiamo di salvaguardare le api? E' davvero assurdo!
    Complimenti per la ricetta, conosco il miele di melata secondo me ci sta molto bene! Ma se posso azzardare io il tentativo lo farei anche con il miele di castagno.
    Sempre un piacere venire da queste parti

    RispondiElimina
  6. grazie a te sere ;)

    kitty: stessa osservazione di lise! è giustissimo quello che dite: il miele di castagno è giustamente amarognolo, per cui potrebbe proprio andare. lo aggiungo nel post: è certamente più reperibile di quello di melata :)))

    RispondiElimina
  7. Ciao! noi abbiamo scoperto che il miele funziona benissimo anll'interno di impasti di pane, infatti lo utilizziamo in tutti i nostri pani,pizze e focacce! fin'ora abbiamo provato solo mieli di poco carattere..ma vorremmo anche quelli più aromatici! naturalmente anch edentro le salse funziona benissimo!
    questa pasta è a dir poco fantastica: ci piace questo abbinamento di sapori diversi e ci incuriosisce un "sugo" così dolce...
    sicuramente la proveremo (anche se solo per noi due perchè in casa non sono così temerari ;))
    un bacione

    RispondiElimina
  8. Perchè non parlare anche delle accertate proprietà antisettiche del miele e di come sia più salutare utilizzarlo come dolcificante naturale in sostituzione dello zucchero?
    Si parla molto ultimamente e a ragione di "rinascimento del miele" ...

    RispondiElimina
  9. TRvo il connubio interessantissimo ed evocaivo della Sardegna dove si fa largo uso dell'abinamento formaggi di pecora e miele.La rusticità della pasta deve essere il legante perfetto poi!
    Bacione e DIFENDIAMO LE API!!!!!

    RispondiElimina
  10. Io adoro il miele.
    E poi ho il vicino di casa che mi da il suo perchè ha le api.
    Però infatti..sia lui che l'altro vicino ci hanno comunicato di aver trovato entrambi le api tutte morte..la moria è decisamente più grave di quel che si dice.

    RispondiElimina
  11. Sempre una marcia in più da queste parti!
    WOW!!!!

    RispondiElimina
  12. povere apine!!! io il miele lo adoro!!! a parte con il formaggio hai ragione non si vede spesso abbinato a pietanze salate ..... i tuoi spaghetti integrali con questi abbinamenti mi sembrano perfetti .......bisognerebbe assaggiarli...heheheh
    ciao salsina bella a presto !
    Pippi

    RispondiElimina
  13. ottimo! :) anche io ho ricordo dei pezzi di pappa reale che mi succhiavo ... bei tempi.. bei ricordi! :)
    confermo anche io il miele di castagno.. che con la ricotta fresca costituisce un piatto tipico dell'amiata.. sulla pasta corta però! :) brava saruz!
    Viva le Api!!!! e c'è un'altra cosa da dire... se possibile compriamo il miele italiano.. :D

    RispondiElimina
  14. mi sipirano proprio... deve essere più che delicato come gusto..
    baci

    RispondiElimina
  15. -ciuZ: fantastico, mangio spesso la ricotta col miele ma non l'ho mai usato come condimento per la pasta! grazie :D quanto al miele italiano, straquoto! anzi, aggiorno il post ;-)

    RispondiElimina
  16. la pappa reale..mi ricordo quanto mi piaceva!!!
    al mio cucciolo invece,nemmeno puo'sentirne l'odore,pensa un po'.

    RispondiElimina
  17. Sono sicura che mi piacerà tantissimo! Proverò al più presto!
    Che dici se si agiunge un pochino di ricotta di pecora?..
    Un bacione! e grazie per la canzoncina!

    RispondiElimina
  18. Da svenimento....Il pecorino col miele è il cibo degli dei! Amo tutto il miele, e ne ho in casa diversi barattoli, a seconda degli usi...mi piacciono moltissimo quello di elicrisio, quello di castagno e anche, quando lo trovo, l'amarissimo e profumatissimo miele di corbezzolo...La tua ricetta è davvero splendida: ti faccio tuttti i miei complimenti! E voglio anche provarla...Buona giornata! :-D

    RispondiElimina
  19. -rossa: potrebbe essere un'ottima idea :)
    -romy: brava, anch'io amo miele e pecorino! il miele di corbezzolo per me ha un ché di miracoloso: l'ho usato per una ricetta di torta carote e caffè (la trovi nel blog) che mi ha davvero entusiasmata!

    RispondiElimina
  20. che meravigliaaaaa!!! e le foto?? stupende come sempre

    un bacione!

    RispondiElimina
  21. Ciao Sara, benritrovata...
    la ricettina mi ispira molto, ma è una mia fantasia o la MELATA non la fanno le api ma le farfalle? Io l'ho acquistata ad un mercatino bio e se non ricordo male il contadino che me l'ha venduta mi raccontava proprio ciò... :)
    baciozz
    Anna

    RispondiElimina
  22. -cuochetta: dunque, per la precisione per il miele di melata il passaggio è doppio, ovvero: le farfalle producono la manna, e le api la raccolgono per fare il miele di melata :)

    RispondiElimina
  23. wowwwwww mi sa che quindi mi ero persa un passaggio :) cmq a me piace molto... a differenza di quello di castagno che ahimè sento troppo forte... un bacio!

    RispondiElimina
  24. Non ho in cas tutti questi ingredienti deliziosi, ma qualcosa riesco a organizzare di sicuro, la materia prima non manca! Bravissima come sempre,

    RispondiElimina
  25. prima di tutto ti ringrazio a nome dell'omonima per averla salvata in extremis :))

    ad usare il miele in un piatto salato non ci avrei mai pensato, e mi hai preceduto, perchè ho un bel barattolo di miele di castagno....

    ,,mah, oggi sentivo a uno mattina se non erro, in contrasto con quello che hai scritto tu, e che sapevo anche io, che la situazione delle api sta migliorando, ma io non ci credo.. :(
    Miele italiano, assolutamente, a novembre quanto ho girato però er trovarlo! :)

    RispondiElimina
  26. un piatto che, nella sua semplicità avrei davvero voglia di assaggiare.

    Ma soprattutto brava per aver sollevato un tema che merita davvero ampio spazio: le api e il consumo attento e consapevole.

    RispondiElimina
  27. incantevoli questi spaghetti, si la moria delle api è dovuto all'uso dei semi di mais conciati in agricoltura

    RispondiElimina
  28. grazie x il sito x miele è proprio utile la tua ricetta stuzzicante ciao

    RispondiElimina
  29. -ciboulette: è vero, l'hanno detto anche al TG ieri sera, ma è come quando tentano di farci credere che l'effetto serra non esiste :-/ poi, se fosse, ben venga, ma non bisogna mai abbassare la guardia!

    grazie a tutti!

    RispondiElimina
  30. Fantastici, davvero ben azzeccato l'insieme, infatti il miele io lo utilizzo proprio se faccio il pane integrale e il gusto, già nocciolato della farina si sposa benissimo con il dolce del miele...mai assaggiato pero' quello di castagno...trovo delizios l'aggiunta del formaggio...insomma un piatto ad arte!

    Mi dispiace molissimo quello che segnali...un mondo senza miele proprio non posso imagginare...ma putroppo ci sono tantissime cose che ci stanno allertando ad una maggiore attenzione...i rimedi sono in noi, nella nostra mentalità, di cambiare i nostri ritmi e le nostre esigenze di ritornare a riflettere sui gravi motivi che portano danno alla nostra terra e alla nostra vita...ho molta paura per il futuro...spero tantissimo che serietà, attenzione, dedizione, amore per il bene comune siano primordiali nelle coscienze di ogn'uno di noi!

    Buona giornata

    RispondiElimina
  31. mariluna, alle prossime elezioni ti voto :D

    RispondiElimina
  32. Leggevo proprio qualche giorno fa che senza api l'umanità non resisterebbe più di 4 anni.

    anch'io ho sentito al tg che la questione api va migliorando, ma al tg dicono anche che l'Italia non si trova in una situazione economica tanto disastrosa...
    ma che fonti hanno?!

    fantastica l'idea che hai avuto per questi spaghetti!

    RispondiElimina
  33. Adoro ricotta e miele, e pecorino e miele. Ma di condirci la pasta non ci avrei mai pensato. Ottima idea, grazie!
    k

    RispondiElimina
  34. Quando ho letto il titolo del posto ho pensato "Salsina non avrà mica fatto dei semplici spaghetti aglio e olio?" Il "quasi" nel titolo fa la differenza :-))) Sempre originalissima e fonte di preziose informazioni.
    Baci
    Alex

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano Bitto_4