27/07/09

qualcuno ha voglia di risotto...

callegialle

...nonostante il caldo? beh, io a volte sì ;-) magari in una serata fresca in collina, o al mare, od ovunque faccia non troppo caldo, perché non concedersi un piattino come questo? ho un pezzo di bottarga di tonno da consumare, e continuerò a sfornare ricette fino ad esaurimento scorte (a proposito: quanto si conserva?). con la bottarga sta bene l'olio, quindi non si inalberino i fautori del riso al burro se questa volta ho sia soffritto che mantecato con olio extravergine ;-) il timo limone dà una nota agrumata e fresca davvero piacevole, e il parmigiano dà forza al sapore, ma senza appesantire. insomma, un piatto realizzato con poco, ma di grande effetto. consiglio di provare gli stessi ingredienti anche con la pasta!
ah, cosa c'entra la foto delle calle? niente, a parte forse alludere al sole... ma era troppo bella ;-)

risottobottarga

RISOTTO ALL'OLIO CON BOTTARGA DI TONNO E TIMO LIMONE

ingredienti per ogni porzione

riso vialone nano q.b.
olio extravergine mediamente piccante q.b.
un cucchiaio di cipolla dorata
una fetta di bottarga di tonno spessa 1 mm da sbriciolare con le mani
due rametti di timo limone
parmigiano reggiano
acqua bollente leggermente salata
un goccio di vino bianco secco di buona qualità
sale

soffriggere dolcemente la cipolla nell'olio. quando profuma intensamente, versare il riso e tostare per qualche minuto. sfumare col vino bianco ed alzare la fiamma, dopo poco aggiungere l'acqua bollente quanto basta. mescolare di tanto in tanto aggiungendo acqua quando necessario. a cottura ultimata, togliere dal fuoco, aspettare mezzo minuto quiundi aggiungere la bottarga, un goccio d'olio buono, le foglioline di timo limone ed infine il parmigiano, mescolando velocemente dall'interno verso l'esterno ad ogni aggiunta. mai lasciar asciugare troppo: se necessario aggiungere ancora un goccio d'acqua calda in fase di mantecatura. aggiustare di sale solo alla fine: la bottarga è già molto sapida.


30 commenti:

  1. Che delicatessen :) appena ho visto la foto "splendida" delle calle ho pensato ad uno dei tuoi tanti abbinamenti di ingrediente strano... ci son quasi rimasta male! hihihihi

    Anche se fa caldo il risotto va bene sempre, io dopo un pò vado in astinenza! Sai che quasi quasi questo va bene anche per la mia povera dieta?! ;)

    RispondiElimina
  2. che ho pure io voglia di risotto, e sabato mi sono fatta un pilaf veloce, ma questo è veramente intrigante!

    RispondiElimina
  3. A noi il risotto è un primo piatto ch epiace davvero moltissimo: deve essere morbido e cotto al punto giusti, poi ci si può davvero inventare qualsiasi tipo di condimento e mantecatura! originale, smeplice e delicato quello che proponi! sei sempre la migliore per noi!!
    un bacione

    RispondiElimina
  4. Mi piace la versione con l'olio evo che in casi come il tuo, non fa che esaltarne il gusto :))

    RispondiElimina
  5. Bel risotto. E chissenefrega se e' estate. Complimentoni!

    Quando lo faro' io, per il giro d'olio finale usero' dell'olio profumato al limone. Speriamo non turbi l'equilibrio... Tu che dici?

    RispondiElimina
  6. Non ci credo, stavo pensando di farmi un risotto alla bottarga per pranzo!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. io adoro i risotti, i tuoi sono fonte di ispirazione inesauribile.
    un abbraccio salsina

    RispondiElimina
  8. Si la foto delle calle è davvero bellissima...
    Per il risotto mi piace moltissimo il fatto che tu non abbia utilizzato il burro! Io x il risotto stravedo inverno o estate per me va benissimo sempre!

    RispondiElimina
  9. ieri sera per noi risotto acciughe, capperi e limone. Che voglia nonostante il caldo!

    RispondiElimina
  10. Ah, senti, io il risotto l'ho fatto ieri... è vero che fa caldo, ma, qui, a forza di verdura cruda e gelati alla frutta, rischio di farmi venire una gastrite, oltre che di rovinare per terra, totalmente senza forze! Forse te l'ho già scritto, ma la bottarga non l'ho mai assaggiata, l'accostamento con il riso mi incuriosisce: in genere, non amo molto il riso con il pesce, ma forse potrei pensare di fare un'eccezione!

    RispondiElimina
  11. facendo venire uan voglia di bottarga!:DDio per ora ho preso la colatura di alici e credo che stasera la proverò....poi domani magari risotto..qui anche con il caldo non si tralascia mai!:D

    RispondiElimina
  12. Il vantaggio di vivere nel nord Europa é che si possono sempre accendere forno e fornelli!
    Molto interessante (e sembra pure molto buono!) il risotto in questa veste :)

    Un abbraccio,
    Lucy

    RispondiElimina
  13. massichiedeanche??? :D
    certo che sì, mentre leggevo la ricetta già spuntavo mentalmente gli ingredienti e dato che li ho tutti lo farò ben presto!
    ciao, buona settimana,

    wenny

    RispondiElimina
  14. io io io!!! Ho voglia di risotto!! Soprattutto se è questo ;)

    RispondiElimina
  15. MI strapiace questo, io ho sempre voglia di risotto, e il timo limoncino è profumatissimo... anche stavolta ricetta azzeccatissima, chettelodicoaffa'?
    un abbraccio mia cara

    RispondiElimina
  16. Non si dice mai di no ad un risotto come questo! Anche noi mantechiamo alle volte con l'olio evo e i risultati sono ottimali. Ci piace questo timo limone, sai che non ne avevamo mai sentito parlare? Ciaooo FicoeUva

    RispondiElimina
  17. Sei la maga della delicatezza nel piatto. Incredibile come tu riesca a creare dei connubi così delicati e perfetti con pochissimi ingredienti.

    Un bacio
    Alex

    RispondiElimina
  18. Miam ! Vado a subito a sbirciare come sta la piantina di timo limone! bella idea,delicatamente gustosa, grazie. Kat

    RispondiElimina
  19. Le calle sono davvero stupende!.. E la foto ti è riuscita a meraviglia!
    Risotto sicuramente buono, ma rimando l'assaggio a settembre...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  20. Tesoro adoro il risotto ma con questo caldo lo mangio solo in insalata...la ricetta la salvo e la preparerò quest'autunno ;D
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  21. il timo limone ce l'ho nell'orticello, piccolo piccolo, fatto sul balcone, mi è pure avanzata un po' di bottarga presa in sardegna..., il riso abbonda causa amico con la risaia in quel di vercelli... devo solo accendere il fuoco!

    RispondiElimina
  22. bravo christian, temerario risottaro estivo come me! ;-)

    RispondiElimina
  23. la bottarga di tonno la tagli a fette e la surgeli in piccole dosi fatta scongelare torna come nuova lo so che dico una bestemmia ma se il pezzo è davvero grande diventa necessario per evitare che si secchi.
    altrimenti la grattugi e la tieni in frigo chiusa in un barattolo.
    l'altyernativa è prenderla a morsi.
    l'abbinamento mi paice molto ma io andrei di spaghetti e non perchè il risotto mi faccia caldo ma perchè mi piacciono di più.
    lo sapevi che in coppia con i fichi è un nostro must estivo da sempre?
    sulle calle non posso che dire evviva tua cugina.

    RispondiElimina
  24. stasera ho cenato con il riso...e non perchè sia in collina o al fresco da qualche parte (sn a malta), ma solo perchè sto un pò male...anche se a dire il vero il riso non mi dispiace mai, specie se un pò crudetto tipo quello che si fa per le arancine..bacio

    RispondiElimina
  25. La botterga si conserva tranquillamente per molto tempo, lo sa bene il nostro frigo che ne ospita sempre un po' (anche se da noi tipicamente trovi quella di muggine).

    Il risotto con questo caldo non mi ispira tanto, ma la ricetta potrà risultarmi utile in autunno :-)

    RispondiElimina
  26. Il sapore deve essere comunque fresco, grazie al timo-limone: direi che questo risotto è assolutamente perfetto anche con il caldo! :-))

    RispondiElimina
  27. personalmete vado matto per il timo limoncino lo chiamiamo noi, lo metto anche suo ravioli di ricotta e spinaci, con la bottarga mi sembra un ottima idea

    RispondiElimina
  28. io sono amante dei risotti finche vengono preperati come devono, quindi vi prego non sfumante con il vino, e se non potete proprio di meno usate un buon vino (molto spesso sento e vedo usare dei vini di bassa qualità "intanto è per cucinare" ma soprattutto nella cucina dopo l'evaporazione dell'alcool rimane il sapre del vino e se non è buono rimane il un retrogusto cattivo) quindi mi raccomando!!!!!

    RispondiElimina
  29. -niko: grazie mille per i suggerimenti; se leggi la ricetta infatti c'è scritto "vino di buona qualità" ;-) io raramente sfumo i risotti, ma se lo faccio dev'essere con un buon vino. anch'io sento fin troppo spesso "che tanto è per cucinare" (ne parlavo nel mio post sulle tisichelle al chianti), come se non finisse comunque nello stomaco :-P ciao!

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano