26/04/10

questa volta forse ce la faccio...

briochepastamadre


...a non uccidere la pasta madre :-) beatrice mi ha fatto un regalone: un po' della sua pasta madre, più una serie di buoni consigli su come nutrirla e mantenerla in salute. come sapete il forno di casa mia è un disastro, quindi nel week end ho trasportato la creatura a casa dei miei e lì, per la prima volta, ho pastamadrato. beatrice mi aveva consigliato dei filoncini di pane senza impasto, come primo tentativo, ma siccome sia la sera che il giorno dopo non ci sarebbero stati mangiatori di pane a disposizione, ho ripiegato su delle brioche copiate pare pare da questo bel forum, ripieno escluso. il risultato è stato pienamente soddisfacente, specie considerando che io sono un'autentica frana coi lievitati: il profumo di queste brioche ricorda quello che si sente passando vicino ad un laboratorio di panetteria, per me uno dei profumi migliori del mondo. dunque tenterò di far sopravvivere il mio ammasso di batteri il più a lungo possibile, consultando ligiamente tutti i siti  dai quali, su questo tema (ma anche su altri), ho tutto da imparare.

BRIOSCINE AL MIELE CON PASTA MADRE

ingredienti per 18 pezzi

250 gr pasta madre
250 gr farina forte

300 gr farina 0
200 ml latte intero
2 uova codice "0"
60 gr burro a temperatura ambiente
150 gr zucchero
miele sodo per la farcia, se li farcite prima, altrimenti fluido per farcirli dopo (secondo me è meglio)
farina integrale biologica per la spianatoia (avevo quella!)

il giorno prima
se conservate la pasta madre in frigo occorre tirarla fuori e lasciarla a temperatura ambiente per 24 ore.

tardo pomeriggio
stiepidire il latte e mescolarlo alla pasta madre. unire le uova, il burro, lo zucchero e mescolare. aggiungere le farine setacciate e formare una palla lavorando a lungo l'impasto: ci vuole pazienza e manualità per ottenere un impasto di giusta consistenza; io ho aggiunto anche un'altra manciata di farina perché mi pareva troppo appiccicoso. tagliare la palla a croce e farla lievitare almeno 3 ore in un luogo tiepido, coperta con un panno. se l'ambiente non fosse sufficientemente tiepido, ci vorrà più tempo. una soluzione è usare il forno spento (o al minimo, se regge: il mio assolutamente no) con una ciotola di acqua calda all'interno, sul fondo.

sera
dividere l'impasto in tre palle. io ho infarinato il piano con della farina integrale, altrimenti col cavolo che riuscivo a spianarlo. schiacciare e formare tre dischi grandi quanto una pizza. tagliarli in 6 triangoli, proprio come fossero fette di una pizza. allargare ed allungare le punte di ogni triangolo (una alla volta) con un movimento rapido e deciso (seee va beh prima o poi imparerò). apporre il ripieno prescelto (e che sia sodo: poi non dite che non ve l'avevo detto...) nella parte più larga del triangolo, al centro. arrotolare il triangolo a partire dal bordo stondato dello spicchio di pizza e premere mentre si arrotola per sigillare. chiudere arricciando il cornetto per finire di arrotolare l'impasto. porre i cornetti su carta forno (sono 2 infornate) e lasciar lievitare per tutta la notte. io li ho messi in forno spento, senza acqua né niente.

mattino successivo
scaldare il forno a 170°, infornare i cornetti e cuocere finché siano leggermente ambrati: i miei hanno voluto 15 minuti abbondanti di cottura. sfornare e lasciar raffreddare su una griglia. io li ho assaggiati sia il giorno stesso che il giorno dopo, riscaldati: buonissimi, molto semplici e per niente dolci come piace a me (così ci rimetto il miele...)

21 commenti:

  1. :) fiuuuuu non sai quanto mi ero preoccupata per questa "incombenza" che ti avevo regalato. rimuginavo tra me e me pensando, avrò fatto bene o le ho dato una gran sòla?! :D
    Bene adesso posso dire che sono felice, vedrai che troverai tantissimi spunti e riuscirai a trovare un altro filone creativo in cucina come solo tu sai fare :)
    I cornetti sono spettacolari, e sì convengo con te che il miele come del resto le creme in genere, meglio metterle dopo!
    grazie sapuz! mi hai fatto un bel regalo usando la pasta madre! :)

    RispondiElimina
  2. Quanti ne hai ancora?
    Porto la marmellata (hommeid, chiaramente)? Vuoi la nutella?
    Vieni tu e preparo il tè?

    RispondiElimina
  3. ciciuzza: ma scherzi? mi hai fatto un regalone immenso! grazissime finalmente l'ho sdoganata 'sta benedetta pasta :D

    carlotta: sorry... sono finiti :-PPPP

    RispondiElimina
  4. Sono da copiare e da aggiugere alla mia lista di preparazioni da fare con la pasta madre! Complimenti, sono bellissimi!

    RispondiElimina
  5. Oddio che belle, che buone!!! Io a dire il vero sono terrorizzata dalla pasta madre, la vedo una cosa oscura e irraggiungibile, ma se il premio è il profumo che si respira fuori le panetterie, allora forse forse tento anch'io! ^_^

    Baci Sara e complimenti anche per la foto: ovviamente è stupenda!

    RispondiElimina
  6. Io vengo con Carlotta;)) Io porto il miele.....
    Un bacione!

    RispondiElimina
  7. Chapeau! Ti ammiro molto: se avessi l'ammasso di batteri tra le mani sarei sicuramente capace di farlo morire nel giro di uno sguardo!

    RispondiElimina
  8. mi sembra che tu sia riuscita bene no?
    io ammiro che ha voglia di prendersi cura della pasta madre...io non è ho la pazienza e vengo punito nel non poter fare queste meraviglie come te

    RispondiElimina
  9. Ho il lievito-madre da circa 20 gg ed ultimamente comincio anche a vederne i frutti :P quindi posso perfettamente capire!
    Dal blob in frigo a risultati davvero belli come quelli postati da te!
    Ricetta segnata e complimenti per la nuova avventura di "sopravvivenza" dei batteri intrapresa! aahahahahaha :DDD

    RispondiElimina
  10. Ma tu hai iniziato col difficile cara!!!Te pareva che non creassi meraviglie...Io ho ancora limitata, le brioches mi fanno paura!
    Brava sara:D
    bacione

    RispondiElimina
  11. Bello il cornetto,lo mangerei domani a colazione!!La pasta madre ed io non andiamo molto d'accordo,forse non si sente abbastanza coccolata??Chissà!!!Bella anche la foto,bravissima!!!

    RispondiElimina
  12. grazie carissimi! in genere non dico "gatto" finché non l'ho nel sacco (o nel vaso, in questo caso), ma 1 settimana di sopravvivenza, visto che sono un caso disperato, per ora mi basta :-P chissà che però la strana "cosa" non arrivi ad accompagnarmi per un luuuuungo tempo? io ci spero. che ne dite, gli trovo un nome? uhm... suggerimenti? :)

    RispondiElimina
  13. La pasta madre se non hai la temperatura giusta è veramente un problema.... se m faccio coraggio ci proverò. Bravissima !

    RispondiElimina
  14. la mia é nel frigo che riposa da 15 g, la rinfresco una volta a settimana, la guardo crescere e per dedicarmici ci vuole tempo e negli ultimi tempi é un corri cori da tutte le parti ma i risultati sono eccezzionali, ne sono soddisfatta, ho fatto le colombine e che rifaro' quanto prima anche come briosce, tanto sono soffici e buone, mi annoto anche questa perché semplice e di sicuro ottima resa!
    Un'abbraccio :)

    RispondiElimina
  15. Hai ragione il profumino fragrante dei prodotti da forno mette subito di buon umore :-)
    Io non ho ancora preso in affidamento il lievito madre ... primo o poi mi lancio!

    RispondiElimina
  16. ... io un'idea per il nome ce l'ho.. che ne dici di Maria o Faliera??? :P:P:P:P ;);)

    RispondiElimina
  17. io non me la sento di tenere la psta madre! ma le tue brioches sono belle belle!

    RispondiElimina
  18. a essere sinceri ti abbiamo visto fare di meglio

    RispondiElimina
  19. -anonimo/anonima: che figata, finalmente un commento costruttivo. un po' breve magari... ma intenso. immagino che tu sia più esperto/a di me (e ci vuol poco) per giudicare tanto tremenda questa brioscina. approfondiamo? grazie!

    RispondiElimina
  20. BENVENUTA NEL CLUB della PM.... evvaiii sono sono stra felice che l'hai anche tu... adesso ti innmorerai dei profumi inebrianti che sprigionail pane... bacio tesoro bello

    RispondiElimina
  21. Mi sento sempre di più appartenente ad una specie in via di estinzione: quella delle "fedelissime al lievito di birra" per paura di assumersi le responsabilità di una creatura :))

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano Bitto_4