24/06/11

qualcosa di dolcepomodoro: caprese (ma dolce, appunto!)

caprese dolce 2

eh? chi è? ah, sì, eccomi :) che sia un periodo pieno di cose diverse dalla cucina l'ho già detto, per cui non starò a tediare ulteriormente il prossimo con le mie lamentele. solo che lo scopo di questo spazio non è scrivere dell'ultimo piatto di melanzane grigliate o della mangiata di panzanella o insalata mista che mi son fatta: mi sfuggirebbe il senso. scrivo qui quando la situazione è "oh, forse ho fatto una roba buona e interessante: la pubblico va'". o no? e voi perché avete un blog (se ce l'avete)? ditemelo, son curiosa :-) io devo dire che ho imparato tanto negli ultimi quattro anni da queste pagine nere. o meglio...  ho imparato dagli altri, da voi, dal semplice confronto che nasce dalla condivisione. essendo orsa-inside e anche un filino troppo asociale rispetto alla media, nonché piuttosto impenetrabile e schiva ma anche chiacchierona all'occorrenza (quando poi prendo in mano carta e penna mentre parlo è la fine) sono sempre andata dritta per la mia strada senza mai guardare indietro. eppure sono passati più di quattro anni, appunto. la mia orsitudine mi ha sempre impedito di scrivere post di festeggiamento, blogcompleanno e celebration-time. non ho neanche quasi mai scritto delle collaborazioni e delle esperienze che sono scaturite, pur senza andarmele a cercare, grazie a questo blog. eppure adesso, in un giorno qualsiasi di noncompleanno, vorrei dire grazie a tutti voi che, cadendo per piacere o per caso nelle pagine scure che avete di fronte, avete saputo dare un contributo di crescita, di divertimento e in qualche prezioso caso anche di amicizia.
volevo scrivere anche le note dolenti ma me le tengo da parte per il prossimo post (promesso), ché oggi non ho voglia di polemizzare: piuttosto parliamo dei pomodori! :-)

dolce caprese 1

questi piccoli rossi e rotondi concentrati di acidità e sole nascondono potenzialità inimmaginabili. pensate ai pomodori secchi ad esempio: basta privare del proprio liquido un ortaggio tanto acquoso per concentrare in quel che resta una quantità di gusto da far impallidire una carbonara, o un prosciutto. tempo fa ho fatto una marmellata di pomodori alla vaniglia che mi era molto piaciuta, ed ho pensato che mettere il pomodoro in un dolce avrebbe potuto essere una buona idea. l'ho fatto: quella in foto è una caprese dolce (sì lo so che esiste un dolce chiamato caprese fatto col cioccolato eccetera eccetera, ma quello è un altro discorso). mica c'è poi granché di strano: la mozzarella è un formaggio fresco, e se il formaggio entra nella cheese cake non vedo perché la mozzarella non dovrebbe entrare nella caprese dolce. il basilico? è risaputo che stia bene nei dolci. e pure i pinoli [sì, non contenta ho fatto anche il pesto (senza aglio, quindi via quelle espressioni schifate)].  i sassolini che si vedono in giro per il piatto sono cristalli di zucchero grezzo: danno croccantezza e una dolcezza tostata, melassosa, avvolgente. è un dolce poco dolce, molto fresco e decisamente impervio: avrei tanto voluto fare una bella spuma di mozzarella al sifone ma il tempo mi difetta, per cui ho ripiegato sulla classica torretta di aspetto insalataro. passatemi i neologismi eh :-)

caprese dolce 3

CAPRESE DOLCE AI POMODORINI SCIROPPATI, PESTO E MOZZARELLA

ingredienti per 3 piccole porzioni

per i pomodorini sciroppati:
200 gr acqua
200 gr zucchero
6 pomodorini molto maturi ma anche molto sodi
un pezzetto piccolo (diciamo 2cm) di bacca di vaniglia (non vanillina eh, non barate!)

per il "pesto":
basilico qb
pochi pinoli
olio extravergine delicatissimo (taggiasca, san felice, nocellara del belice...)

altri ingredienti:
1 mozzarella fiordilatte
zucchero grezzo in cristalli

pomodorini:
lavare i pomodori, staccare i piccioli e conservarli da parte. preparare lo sciroppo di acqua e zucchero in un pentolino stretto; quando bolle immergervi i pomodorini e cuocere finché la buccia si sarà spaccata e la polpa avrà perso un po' di quel profumo di "conserva". io li ho lasciati bollire a fuoco bassissimo per circa 12 minuti, ma magari i tempi possono variare a seconda della materia prima. spegnere e forare (un solo foro eh!) da parte a parte i pomodorini con uno stecchino per far uscire l'eccesso di liquido interno e far penetrare lo sciroppo dolce. lasciar raffreddare quasi completamente quindi estrarre delicatamente i pomodorini con una pinza da cucina o con un colino. togliere la buccia senza rompere i pomodori.

pestare al mortaio il basilico lavato e tenuto in acqua e ghiaccio. unire i pinoli e un goccio d'olio.

tagliare il fiordilatte a dadoni schiacciati, asciugare leggermente l'eccesso di siero e comporre il piatto come in foto, appoggiando il picciolo sui pomodorini.


26 commenti:

  1. idea magnifica e assolutamente degna di essere postata e condivisa

    RispondiElimina
  2. e vabbè, non ho resistito.... ora leggo con calma, cmq.... sei sempre troppo avanti!
    ;)
    va, ti metto anche in fb!
    baciuz

    RispondiElimina
  3. Cara Omonima....ti assicuro che anche io ho imparato tantissimissimo da te!E ti ringrazio davvero per la qualità dei tuoi post!E per lo stupore che ci regali con ogni ricetta.
    Un abbraccio
    Sara

    RispondiElimina
  4. ho letto velocemente e da quel che ho capito un po' mi somigli. anche per me il blog mi ha fatto crescere anche per me il tempo passa inesorabilmente e le cose che vorrei fare sono tante troppo e per finire anch'io trovo che la mozzarella va benissimo nei dolci ho fatto tempo fà una tertelletta con base di mozzarella e le fragole sopra e poi con le pesche, sono tante le associazioni con la frutta. Con il pomodoro che é anche frutta perché no é decisamente una cosa molto chic. Condivido appieno tutto!

    baci :)

    RispondiElimina
  5. che lavoro da certosino!
    comunque è strainvitante...adoro queste cose rivisitate, se in chiave dolce poi, tanto meglio :)
    complimentoni!

    RispondiElimina
  6. Io vorrei poter dire che da te ho imparato ma, ehm, prima guardo le tue foto, poi le mie e capisco che sono proprio un'alunna somara :-)

    Grazie della...orsitudine ;-), e dell'originalità sempre presenti su queste pagine.
    Ciao!

    RispondiElimina
  7. Ciao! belle queste parole sul blog...e soprattutto molto vere! noi da te abbiamo e continuiamo ad imparare moltissimo!!
    particolari questi pomodorini sciroppati! una caprese originale e che non toglie nulla alla versine classica!
    bacioni

    RispondiElimina
  8. E io invece dico grazie a te! Si, perchè da quando sono capitata per caso tra queste pagine ho avuto modo di imparare moltissime cose! Davvero...un abbraccio!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Grazie a te Sara perché le tue pagine scure sono fonte di luce, dalle quali attingo nuove ispirazioni o conoscenze: una lettura irrinunciabile :D

    RispondiElimina
  10. cara Sara, sei troppo avanti ;)
    Trovo che questa proposta meriterebbe grande attenzione. Io la trovo favolosa e mi piacerebbe molto provarla.
    Orso inside? A chi lo dici....so bene cosa intendi :D
    Un bacione e buon w.e

    RispondiElimina
  11. io il blog ce l'ho perchè così so che non sono sola, cioè questo lo so adesso perchè quando l'ho aperto non lo sapevo il perchè... ti permette di comunicare facilmente molto più comodamente che nella vita reale, puoi coltivare la pigritudine senza isolarti troppo, conoscere un sacco di gente che se no non incontreresti mai e dire un sacco di cose a gente cui interessano davvero, trovare affinità con persone lontanissime e parlare a tanta gente senza che ti venga una crisi di panico e poi si, sembra strano ma si impara molto, chi non ha il blog non lo capisce, pensa che se uno ha il blog è per insegnare, invece no, va sempre a finire che si impara...

    RispondiElimina
  12. Io ho un blog. Perchè? Per emulazione, lo ammetto. Da allieva volevo mostrare alle insegnanti i miei progressi ( che sfrontata!) e una della insegnati sei tu cara Sara, in primis per i tuoi "corsi" on line di Risotto con la erre maiuscola. Quindi grazie lo dico a te, cara la mia orsa. Grazie anche per come racconti le tue ricette e non solo, quando leggo di "un dolce impervio" mi emoziono quasi ;)

    RispondiElimina
  13. Perchè ho un blog? vediamo.... sono un po presuntuosa, un po egocentrica, e riesco a preparare piatti "decenti" ma forse meglio dire commestibili con niente.... a si dimenticavo di far presente la modestia che è stata la spinta decisiva.
    Cosa dire, le tue foto parlano da sole complimenti!!!

    RispondiElimina
  14. grazie a tutti!
    marina, tu mi lusinghi :D
    stella, ecco hai colpito nel segno: siam qui per imparare, giorno dopo giorno ;-)

    RispondiElimina
  15. Piccole dolcissime opere d'arte!! Oltre ad essere veramente originale!

    Grazie a te, il tuo blog è uno dei primi che ho iniziato a seguire ed è stato sempre fonte di grandi ispirazioni!
    Un abbraccio
    Fico&Uva

    RispondiElimina
  16. Non sapevo che gli orsi fossero noti per la loro genialità. Eppure questa ricetta non è definibile diversamente da "brillante". Carina, fresca, colorata a vedersi, poi l'assaggi e pensi "ah, ma era un dolce". Mi piacciono le cose che ti spiazzano!

    RispondiElimina
  17. Grazie carissima e non solo per il blog.;-)
    ps: ho bisogno di te, sono riuscita ad incasinarmi da sola :)))

    RispondiElimina
  18. carla, mandami una mail, dimmi tutto :D

    onde: grazie tesora!

    fico e uva: :-)

    RispondiElimina
  19. Questa ricetta cade a fagiolo!! cercavo qualcosa di dolce con il pomodoro (e non la solita confettura) che nell'estetica ricordasse le monoporzioni da pasticceria. Che poi io non impazzisca per i dolci troppo dolci ed ami i contrasti direi che ci siamo proprio!! Passando a trovarti imparo sempre molto, non solo ricette, ma approfondimenti su ingredienti e materie prime, un approcio etico e di rispetto verso tutto e tutti....

    RispondiElimina
  20. grazie alex, sei gentilissima :)

    RispondiElimina
  21. È da un po che non passo di qui...mi sa che di arretrati da leggere ce ne sono davvero tanti eh :) Comunque di te mi è sempre piaciuto il tuo modo di scivere, di raccontare di abbinare ingredienti che io non sarai mai arrivata a far incontrare :D E per questo ti ringrazio... e poi il nostro blog ha più o meno la stessa età :D
    Un abbraccio... e ti prometto che cercherò di passare più frequentemente di qua!

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  23. Perché abbiamo aperto un blog secoli fa, beh, tanti motivi: passione, emulazione, voglia di nuovo, community. Perché dopo averlo abbandonato per un po' e ora ripreso, penso dipenda dalla voglia di raccontare e di condividere, di avere un posto dove raccogliere le foto, dal pensiero che le tue impressioni su quel posto possano essere utili a qualcuno. In mezzo a tutto questo, la consapevolezza che il blog serve a presentarti, e se vuoi fare qualcosa in ambito food il blog può essere un facilitatore di scambi e relazioni :)

    RispondiElimina
  24. Hi Sara...thanks for submitting your gorgeous photo to DMBLGiT July 2011. Wishing you good luck !

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano Bitto_4