13/06/11

qualcosa di unico: impegno, amicizia, cultura della pasta (ovvero Felicetti)

E' stato un week end extra-ordinario. Io, Ady, Alex e Sara ci siamo ritrovate insieme a Predazzo, ospiti di casa Felicetti. Tante emozioni, tante cose nuove da imparare, ma soprattutto tanta partecipazione, passione e generosità da parte di Riccardo Felicetti, la sua azienda (grazie Cristian!), i suoi collaboratori (grazie Spazia!), la sua terra spettacolare e la sua gente ospitale. Comunità e famiglia sembrano essere la stessa cosa lassù, dove dal meglio dell'acqua che sgorga dai monti del Nord (e dal meglio che la terra produce sotto il sole del Sud) nasce una pasta straordinaria, piena di cultura. Sì è questo il termine che sembra riesca meglio a centrare quel che mi è rimasto più impresso di questa esperienza. Proverò a dire grazie con le immagini.

fel qual

fel ing

fel territ

fel tecn 4


fel tecn 1

fel traspar

fel 1

16 commenti:

  1. Bellissime le foto Sara, un'esperienza unica come uniche sono le persone che l'hanno animata.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. che foto stupende!!!!!
    la pasta è la pasta, non si discute. nonostante io sia più amante di riso&co posso dirmi orgogliosa del nostro patrimonio culturale e gastronomico quando si parla di pasta. basti solo pensare a tutti i tipi di formati che esistono, alle ricette dei pastifici migliorati nei decenni...insomma questa è la nostra storia!
    bellissima esperienza, grazie di averla condivisa
    un bacio!

    RispondiElimina
  3. è dall'ultima volta che volevo dirtelo (venerdì scorso?), ma non riuscivo a postare... bello-bello il nuovo impaginato!
    (impaginato.... ma come parlo??? ;-))
    bbbbaci (ebbrezza pro-quorum!)!

    r.

    RispondiElimina
  4. Che dire... sono veramente contenta di aver avuto l'opportunità di vivere e conoscere da vicino questa importante realtà. Questa sera mi dedico al mio di reportage, devo ancora sistemare le foto, prevedo una lunga serata ;)
    Un bacio e grazie della preziosa compagnia in queste giornate :)

    RispondiElimina
  5. ma tesoro!!!! mi hai riportato allo scorso anno quando passai un paio di giorni tra felicetti e le valli..... che splendore. baci baci

    RispondiElimina
  6. Hai davvero colto l'essenza e l'anima del pastificio e della gente che lo cura e lo anima. Giorni preziosi che ci hanno permesso di entrare in una realtà produttiva che spesso ai soli consumatori è negata. E tanti, tanti bei momenti trascorsi insieme!!

    RispondiElimina
  7. che foto magnifiche! e che invidia per il vostro week end!

    RispondiElimina
  8. troppo favoloso tutto, incontri magici, pasta da invito, foto stupende
    *
    cla

    RispondiElimina
  9. mi piace molto la nuova impostazione del tuo sito. bella. e mi piace come racconti. brava.

    RispondiElimina
  10. ciao a tutti e grazie per i vostri commenti!

    RispondiElimina
  11. mamma mia che storia e che qualita' questo pastificio!Davvero interessante!

    RispondiElimina
  12. ecco cosa fa la mia amica peruGINA! Che bella esperienza, mi intriga da sempre sapere come funzionano le fabbriche, ricordo ancora oggi quando alle elementari ci portarono in gita alla centrale del latte! Bel reportage, mi hai trasmesso un pò di emozioni!
    Ps... bello il nuovo look! baciuzzi

    RispondiElimina
  13. che bello Sara.. Lo dico anche da te.. vi ho lette tutte e 3!
    Il progetto che abbiamo animato con passione e amore per il prodotto durante il 2010 è stata una bellissima esperienza. E voi avete avuto la possibilità di visitare il luogo dove si crea cotanta delizia!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Che serioso che è così il sito!

    RispondiElimina

lasciate un commento, un suggerimento, un saluto, ma firmatevi sempre: i commenti anonimi saranno cancellati. grazie!

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano