04/10/12

questa volta io non mangio da sola

panemisu 1

circa sette anni fa ho adottato a distanza una bambina ugandese. prima di farlo mi sono ben documentata sul tipo di aiuto che veniva fornito dall'associazione che avevo scelto alla persona ricevente: ebbene non solo il singolo bambino viene adottato, ma l'intero villaggio, l'intera comunità. questo modus operandi mi è decisamente piaciuto: non avrei potuto accettare l'idea di aiutare un solo bambino a mangiare e andare a scuola lasciando a se stessi i suoi fratelli o amici. e dunque ogni anno verso la mia quota, e due volte all'anno ricevo le letterine della bimba. è buffo vedere i disegni a pennarelli raffigurare scene tanto diverse dalle nostre: al posto del gattino magari appare il leone, invece di un cavallo c'è lo scarabocchio di una zebra. ci sono differenze attualmente incolmabili tra un bambino che nasce in italia e uno che nasce in uganda, purtroppo; c'è qualcosa però che li accomuna tutti: i sogni. tutti i bambini hanno il diritto di sognare una vita serena, e noi abbiamo il dovere di realizzare questa speranza. oggi però non farò pubblicità all'associazione cui ho aderito: è fin troppo conosciuta e non ne ha bisogno. oggi voglio parlare di progettomondo, un'associazione che si impegna a far sì che i giovani dei paesi sottosviluppati si costruiscano un futuro nel loro paese. grazie a virginia è stata indetta una bellissima iniziativa che ha come protagonista il pane: "io non mangio da solo" è un progetto che mira a raccogliere ricette a base di pane per farne un libro e donarne i proventi alla causa.
ho pensato ad una delle ricette che più rappresentano l'italia: il tiramisu, ma a base di pane anziché di biscotti, così l'ho ribattezzato "panemisu". avrei potuto/dovuto eseguire questa ricetta in modo più sofisticato e tecnico, facendo magari uno sciroppo di zucchero per pastorizzare le uova eccetera eccetera... e invece no. l'ho voluta semplificare al massimo affiché tutti fossero in grado di eseguirla, e per evitare problemi ho eliminato del tutto le uova. ho immaginato bambini, da qualche parte del mondo, fare polpette dolci con le manine e rotolarle nel cacao sporcandosi fino ai capelli. ho pensato che sarebbe bello se fosse possibile, e credo che col contributo di tutti lo sarà.

 panemisu 2

PANEMISU'

ingredienti per 7-8 palline grandi come una noce

80 gr di pane comune secco
90 gr di mascarpone
1 tazzina di caffè (se è per bambini, caffè d'orzo o succo di frutta)
30 gr di latte intero
40 gr di zucchero
cacao amaro in polvere

ammollare il pane nel latte e caffè, quindi tritarlo bene per ridurlo in briciole. da parte, mescolare il mascarpone con lo zucchero fino a sciogliere quest'ultimo, quindi versare nel pane (che avrà bevuto tutto il liquido) e mescolare bene. riporre in frigo per alcune ore affinché si rassodi, quindi formare delle palline e rotolarle nel cacao. conservare in frigo e servire freddo.

post precedenti

Fioritura_2016_25 Torta_Bastarda_1 Tortine_Mele_Tahina FioriPortulaca Castelluccio_2015_15 Biscotti_polvere_lamponi UOVO_CAMICIA2 RicottaMustia_5 TiuEttoriSTAG0 Sardegna14 TiuEttori_1 TortelliSedano Bitto_4