social icons

search

Qualcosadirosso

divagazioni gastronomiche di Sara Bardelli

ultime dal blog

qualche focata :)


un bel giorno salsadisapa vinse 10 premi-foca e decise di fare un viaggio: prese il suo zaino violamelanzana e partì, in giro per l'italia, senza mèta, senza destinazione, se non quella di viaggiare cucinando. durante il suo percorso, fra fichisecchi e uvearomatiche, campidifragole e fioridizucca, guardando nella finestradifronte di una piccolacasa vide danielepasticcere che faceva dolcienonsolo, e gli disse: "ma come, un pasticcere come te, attento alle scienze in cucina, usa un'essenzalimentare nel suo cookie corner?" e lui: "ma come parli, si dice angolo cottura! e poi non fare la spilucchina: è solo un po' di fiordisale... e inoltre me l'ha venduto la mercantedispezie!" a quel punto salsa si tranquillizzò, e anzi si incuriosì: insistette per assaggiare. "gnamgnam ma che buono!" esclamò, "quella spezia ci sta come la ciliegina sulla torta! mi daresti la gloricetta?" il pasticcere acconsentì e prestò il suo diariodicucina a salsa, che se ne andò contenta trotterellando verso via delle rose. dopo aver girovagato un po' per la città, fra dolcetterie ed erborine, salì sul treno e se ne andò in sicilia. il viaggio fu lungo e difficile: fortuna che aveva con sé un po' di olio di dandoliva perché con tutti gli gnocchetti al pomodoro che aveva mangiato non riusciva ad andare in bagno! a poche ore all'arrivo pensò: "qui ci vuole calme et cacao, ma se arrivo sana e salva in sicilia è grasso che cola...". scese finalmente dal treno, baciò la terra e si diresse a tutta velocità verso il ristorante di andrea matranga: con la fame che aveva non sarebbe bastato un manzotin per sfamarla! girato l'angolo una scossa di adrenalina la attraversò: "cavoletto! ho dimenticato il mio diariodiunapassione in treno!" aveva undiavoloperfornello, ma niente panico: dalla kitchen di chef andrea avrebbe chiamato l'ufficio oggetti smarriti delle FS, adesso però la cosa più urgente era mettere sotto i denti un poco di zucchero. arrivò infine al ristorante "consumazione obbligatoria" ed entrò: sulla porta c'era babette ad accogliere i clienti, ed un gatto goloso le si strusciò sulle gambe. "ciao bella gatteria! come ti chiami?" - "isabilla", disse il gatto. salsa sbiancò: "cocòsa? un gatto parlante? cuochedell'altromondo!" si accomodò al primo tavolo disponibile e arrivò subito lo chef: "ciao salsa, benvenuta! cosatipreparopercena? qualche bel marikaretto?" ahh che bello, finalmente si mangia! ode al pomodoro! "ciao chef! dunque... per antipasto prendo cipolline in agrodolce con scorza d'arancia, poi la gallina alla nanikoré con basilico&co, e per finire due dolci: tarallucci e panemiele!" ma ad una cena così non si dovrebbe abbinare un buonbicchiere? ovviamente sì: salsa mangiò e bevve a volontà, ed uscì dal ristorante come un maiale ubriaco, ma felice di aver fatto una grande comida. ciondolando per le strade, pensava fra sé e sé: "certo che la vita di un cuoco è dura: sei sempre lost in kitchen, fra la cucina di adina e la cuisine de fabien, fra l'osso e la lisca ... ma quante soddisfazioni quando i clienti della trattoria sono contenti!" le stelle di sale brillavano in cielo, e una fresca arietta le spirava fra i capelli, quando incontrò una strana coppia in una piazza, illuminata dall'evaluna, accanto ad una statua di michelangelo. "salve", disse lui. "ciao a te, mi chiamo salsadisapa" e lui: "piacere, nino: e questa è la mia amica pippi. eravamo qui semplicementeinsieme a simone, simona e francesca ma per colpa di questa fontana hanno avuto una colica d'acqua e sono dovuti andare al pronto soccorso! per fortuna non era niente di grave e tra un'ora usciranno, ma noi siamo rimasti a controllare che nessun altro beva da qui. comunque non ci stiamo annoiando: sapessi quanto ce piace chiacchierà!". nooo che sfiga... col vino che aveva bevuto salsa desiderava così tanto una sorsata d'acqua: le sembrava di avere in bocca dei soffidisale! pazienza: salutò i due e si incamminò verso l'albergo. al mattino, dopo un caffè senzapanna e un cornetto allo zenzero e cannella era più pensierosa che mai, e si disse: "il mio cuore è una frattaglia: cosa farò da grande? cosa sarà dei miei cuochi di carta? tutte queste saranno solo parole di cioccolato?" non lo sapeva: voleva solo proseguire il suo viaggio, ma di fronte alla grandezza dei suoi pensieri si sentiva un moscerino. si diresse verso il porto: voleva imbarcarsi per la prima destinazione disponibile. lungo la strada attraversò un bel mercatino e decise di comprare alcune cose: dei semidipapavero, dell'anicestellato, delle caramelle alla liquirizia, qualche bella cipolla, un tocco di zenzero, il ricettario di anna, una pentola magica e una scatola di pasticcini "elisa", ma a questi ultimi dovette rinunciare: c'era scritto "conservare in frigo". la nave partì, la salsa pure: dopo giorni e giorni di viaggio, mangiando poco e pensando sempre alla cucinamente, arrivò a genova. appena scesa al porto, vide in lontananza una strana tizia che agitava in aria delle buffe bandierine a forma di canestrello ligure: aguzzò lo sguardo e capì. era lei! cucina, i love you!

Commenti

  1. semplice... TI ADORO!
    sei un mito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. complimenti!!!
    è la prima volta che commento un post, ma qui un commento non basta, ci vuole una standing ovation.
    Raccontino delizioso e gustosissimo!
    fede

    RispondiElimina
  3. ma sei troppo un mito sara!!! ancora buon we!

    RispondiElimina
  4. Spassosissimo e davvero geniale Salsina!! Brava!!

    RispondiElimina
  5. Dopo tante citazioni...sono rimasta senza parole. Brava davvero. Glò

    RispondiElimina
  6. Sono senza parole. Sei -indiscutibilmente- un genio.

    RispondiElimina
  7. Certo che ne hai di fantasia! :-)

    RispondiElimina
  8. Senza parole...geniale!

    RispondiElimina
  9. Bellissima questa storia sei bravissimaaaaaa!!

    RispondiElimina
  10. Tanto di cappello, sei stata incredibile! Bravissima. Alex

    RispondiElimina
  11. Ottimo pezzo Salsa. Abbiamo tutti bisogno di prenderci meno sul serio, me compreso!
    Buon week end
    S.Buso
    Vinit.net - magazine guida enogastronomica
    www.vinit.net

    RispondiElimina
  12. ahahahahahaha!!!
    cia Saba, buon week end ahahahahha!!!
    ;)

    RispondiElimina
  13. Lo sempre detto che dovevi fare la scrittrice...bellissimo...baci

    RispondiElimina
  14. Se ti avessi avuto come allieva quando facevo la profa di lettere ti avrei dato 10. Ma come ti è venuta l'idea?

    RispondiElimina
  15. meraviglia! Hai reso un po' poetici tutti noi grazie!

    Francesca

    RispondiElimina
  16. A dir poco geniale!
    Questa storia è bellissima,brava davvero.

    RispondiElimina
  17. Ecco il motivo per cui ti ho fatta entrare nel club delle foche......sei una perfetta foca scrittrice ed io adoro leggere ciò che scrivi, complimentissimissimissimi

    RispondiElimina
  18. Salsa sei un mito!!!

    Me la sono bevuta tutta d'un fiato la tua storia, hai una fantasia che fa paura, anzi no, fa ridere e pensare!!!!

    Ho ancora illsorriso stampato sul viso (e quarda che ero reduce da mezz'ora di ellittica, ero sconvolta fino a poco fa!)

    UN BACIOOOO!

    RispondiElimina
  19. Accidenti, ma ce li hai messi tutti! Mi ricorda quella storiella divertente che sapevo da bambina sulle marche dei detersivi che "trafiggevano l'ariel facendo spik e span con le spade..." Oppure quella sulle automobili che facevano le "cabriolet" sul prato...

    Paola

    RispondiElimina
  20. Sei stata bravissima! Adoro i giochi di parole e con le parole e quindi capisci bene che questo racconto ai miei occhi è bellissimo! E poi, se i clienti della trattoria sono contenti ;-)

    Ciaooo,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  21. mi si chiudono gli occhi se crollo sulla tastiera e vedi una roba tipo qpoirhoijdfahdb questa sai che son io ma avevo una gran voglia di dirti che sei davvero specialeeee.
    e, la mi cocca, la tu' nonna e il tu' nonno son bellissimi.
    On credere che non abbia letto ma ci ho avuto un diavolo per capello

    RispondiElimina
  22. Complimenti. Post simpaticissimo!

    RispondiElimina
  23. un autentico esercizio di stile!
    che maratona, sei mitica!

    RispondiElimina
  24. Io non so quali e quanti premi esistono tra i food blogger, ma tu dovesti vincerli tutti! FANTASTICO, GENIALE, DIVERTENTE!Brava Salsa, venire da te è sempre uno spasso! Buon we!

    RispondiElimina
  25. SALSA, mi aiuti a chiudermi la
    bocca, sono rimasto letteralmente a cuuuusì.
    GENIALE
    BACIONE
    Nino

    RispondiElimina
  26. ehehehe che spasso i tuoi post :-)

    RispondiElimina
  27. sara, ma è una cosa bellissima! guarda io ti adoro, riesci sempre a fare delle cose originali,
    buona domenica

    RispondiElimina
  28. quando si scopre qualcosa di creativo è sempre un'emozione. consumazioneobbligatoria

    RispondiElimina
  29. cari amici, vi ringrazio di cuore per le belle parole che avete speso per me: questo post è dedicato a voi, scritto di getto in un momento di ordinariafollia, per dirvi che anche se non vi conosco per me siete importanti, perché con voi condivido la mia più grande passione.
    buon sabato, e buona domenica :-)
    ah: chiedo scusa a tutti quelli che non ho citato... sarà per il prossimo momento di follia! :P

    RispondiElimina
  30. Mi lasci ogni volta senza parole!!!!!! heehhheheheh un racconto favoloso!!!!!!!!!!!!!!!!
    sei troppo simpatica ti adoro!!!!!
    buon week end Pippi

    RispondiElimina
  31. Ciao, sei invitat al mio compleanno...solo che il tipo di festeggiamenti li devi decidere tu vieni sul blog .Porta quanti più amici che hai ricorda loro di farsi riconoscere dicendo il nome di chi li ha invitati. ciao ti aspetto.

    RispondiElimina
  32. Ma quanto ci hai studiato su?? sei spettacolare.

    RispondiElimina
  33. sei decisamnente grandiosa!!!

    RispondiElimina
  34. Ma a te altro che "Premio Foca", ci vuole il "Premio Strega" (e non fare battutine :DDD!!!!)
    FantasticaMente! :)

    RispondiElimina
  35. Ma io non ho parole TU sei un genio!!!! Bravissima Baci Alessia

    RispondiElimina
  36. Sei fortissima, e sei la prima che visito da questo WE familiare dove tra poche ore mi attende il lavoro e mio fratello sta per partire, non sai quanto mi hai fatto ridere sorriere e sorprendere con questa tua semplicemente spledida storia di blogs, bellissima, vorrei trovare ancora parole per esprimerti quanto sei stata brava..una buona giornata :D)

    RispondiElimina
  37. Grandissima!!!!
    un abbraccio
    k

    RispondiElimina
  38. auhauahauhaauhauah mio dio, che pazienza! :D

    RispondiElimina
  39. Magistrale. Stupendo. Hai creato un susseguirsi di immagini oniriche e da fumetto al tempo stesso. e` troppo bello questo post.

    RispondiElimina
  40. Geniale!:) Eccoti un premio anche da parte mia! Smack smack

    RispondiElimina
  41. Ma tua sei un genio!!!! Io non ho parole!!!

    RispondiElimina
  42. Troppo forte!!! Che dire di piu', hanno gia' detto tutto!!!!!

    RispondiElimina
  43. Te lo ripeto anche io, sei superlativa, proporrei a tutti di stamparla e tenerla vicino al pc, per non dimenticarla, è una bellissima dimostrazione d'affetto, grazie di cuore, Elga

    RispondiElimina
  44. Ciao passo per dirti che c'è un premio per te!!!! Baci Alessia

    RispondiElimina
  45. Qunato sei bella fochetta mia...ahahah!

    RispondiElimina
  46. buon giorno carissima ho appena postato e sono sicura ti piacerà ciao

    RispondiElimina
  47. tu sei un GENIO!!!! non riesco a dire altro.......sono ancora senza parole! ma come hai fatto? non manca proprio nessuno....e che fantasia nell'inserire ciascuno nel modo giusto! va beh, mi ripeto...SEI UN GENIO!!!!

    RispondiElimina
  48. Bravissima Salsa!! Ma chi sei? Sei forte eh!!
    Baci bella

    RispondiElimina
  49. Sei semplicemente geniale ...
    Grazie, è sepmre un piacere passare da te!
    Marika

    RispondiElimina
  50. Sono daccordo ..... questo non è un post!
    E' da stampare e conservare come una cosa preziosa....
    quasi quasi me lo appendo al frigo!
    La Gatteria ti saluta fiera e felice di conoscerti!
    nasinasi

    RispondiElimina
  51. Brava ! e paziente...
    Però a me si incrociano gli occhi a leggere bianco su nero. :))))
    Marco

    RispondiElimina
  52. ma quest aroba che hai scritto è semplicemente stupenda!!! meraviglia!!!!

    RispondiElimina
  53. mammma mia che mi sono persa nel frattempo!! Grande Sara, sei un mito.. :o)

    RispondiElimina
  54. wow, ma è uno spettacolo!! è da segnalare a tutti i blog e da far leggere a tutti!!! Veramente brava, davvero!! Bacioni e a prestooo

    RispondiElimina
  55. pensavi che non ti commentassi più...
    ma sono giornate un pò frenetiche a casa Cuochetta....

    grazie mille x avermi inclusa e un CLAP CLAP perchè credo che non ci riescono in tanti a creare quello che tu sai fare con le paroleeee

    Un bacio

    RispondiElimina
  56. Sara che dire, hai pensato e premiato tutti noi, sei davvero speciale...un bacio

    RispondiElimina
  57. sei grande grande grande come te sei grande solamenteeee tuuuuuuu...
    sei un genio!

    RispondiElimina
  58. Davvero complimenti, mi sono appassionata a questo viaggio nel paese delle meraviglie!

    Ciao da 0_0Tina

    RispondiElimina
  59. :-D unica e irripetibile questa salsina!!

    RispondiElimina
  60. Grazie per questo bellissimo post e per il premio foca.
    Poi mi spiegherai come hai fatto!

    RispondiElimina
  61. Mi hai fatto veramente ridere anche se manca il mio sale e pepe quanto basta

    RispondiElimina
  62. Ma come ha fatto a sfuggirmi l'esclamazione del gatto parlante! Chiedo venia l'avevo letto due volte eppure sono disptratta

    RispondiElimina
  63. ma che carina che sei, me l'ero perso questo...sei carinissima, originale (come sempre) e simpaticissima. Che bello!

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un commento, un suggerimento, un saluto. Ti ricordo che se commenti con l'account Google+ o Blogger acconsenti a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. Consulta la privacy di Google per ulteriori informazioni.

Profile Photo

About

Profile Bio

Sono Sara, questo è il mio blog.
È online dal 2006 e sopravvive nonostante la mia incuria, un po' come le piante grasse che ho a casa e che adoro. In effetti adoro anche il blog poiché qui è dove parlo di una delle mie grandi passioni: il cibo. La sua importanza culturale, antropologica ma anche, semplicemente, l'importanza che ha per me.
Sono architetto e brand designer: qui il mio sito professionale.

Instagram