social icons

search

Qualcosadirosso

divagazioni gastronomiche di Sara Bardelli

ultime dal blog

quorum e contest: the winner is...


...viola di zucchero e viole, con la ricetta gnocchi di pane raffermo, che per attinenza al tema, riflessioni ed esecuzione si aggiudica il libro di lisa casali la cucina a impatto (quasi) zero. grazie a tutti voi che avete partecipato: siamo felicissime della buona riuscita di questo strano contest e della qualità di molte delle ricette e delle considerazioni che avete fatto in proposito. presto saranno tutte inserite in un PDF da scaricare e conservare: la vita a basso impatto energetico deve essere un obbiettivo da perseguire col massimo impegno, anche in cucina, quindi saremmo felici se, a PDF realizzato, ci aiutaste a diffonderlo come piccolo stimolo della rete ad andare nella direzione giusta. la vincitrice può inviare un'email a serena per accordarsi sulla spedizione.

gente, ma siamo già al 12 giungo: è ora di votare! oggi fino alle 22 e domani fino alle 15 mi raccomando!

AGGIORNAMENTO del 13/06/2011 ore 16.12: abbiamo vinto!

Commenti

  1. Grazie Sara! ringrazio anche te per aver scelto la mia ricetta. Sono onorata, davvero e non so cos'altro dire se non ribadire il concetto che questo contest ha mirato a diffondere: "andate a votare, è importantissimo il voto di tutti, poi tornate a casa e fatevi gli gnocchi di pane" :D
    Un milione di grazie!.... e corro a votare anch'io. :D
    Un bacione

    RispondiElimina
  2. congratulazioni a viola e voi siete state bravissime a indire il contest. proprio ora si apprende che il quorum è stato raggiunto ed è un po' anche merito vostro!

    RispondiElimina
  3. lise: sono felicissima! grazie! :D

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un commento, un suggerimento, un saluto. Ti ricordo che se commenti con l'account Google+ o Blogger acconsenti a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. Consulta la privacy di Google per ulteriori informazioni.

Profile Photo

About

Profile Bio

Sono Sara, questo è il mio blog.
È online dal 2006 e sopravvive nonostante la mia incuria, un po' come le piante grasse che ho a casa e che adoro. In effetti adoro anche il blog poiché qui è dove parlo di una delle mie grandi passioni: il cibo. La sua importanza culturale, antropologica ma anche, semplicemente, l'importanza che ha per me.
Sono architetto e brand designer: qui il mio sito professionale.

Instagram