social icons

search

Qualcosadirosso

divagazioni gastronomiche di Sara Bardelli

ultime dal blog

Queste tortine di mele...

 Tortine_Mele_Tahina


...sono tra le poche cose che sono riuscita a cucinare ultimamente. E mangio eh, mangio. Solo che il tempo di fare qualcosa di diverso da quello che serve alla sopravvivenza è sempre pochissimo, però questo mio povero blog non merita tanta trascuratezza, e dunque vediamo cosa ho combinato.
Ho fatto un piccolo esperimento: ho messo la tahina in una torta di mele. E non come ingrediente "aromatizzante", ma come parte grassa. Anziché usare olio o burro, ho usato quella. Non ho nulla contro il burro (sempre sia lodato) né contro l'olio buono (extravergine d'oliva oppure di semi spremuto a freddo): volevo solo utilizzare la tahina in un dolce, e non ho trovato molte fonti a cui ispirarmi né online né sui libri che ho. In fin dei conti è una pasta di sesamo 100%: il sesamo è un seme, perciò è come se avessi usato olio e "polpa" di semi. Sono piuttosto soddisfatta del risultato: ho ottenuto delle tortine profumate, soffici e dal gusto equilibrato. Poiché amo i dolci molto umidi, dopo il raffreddamento le ho spennellate di bagna allo zenzero che le ha rese "perfette" dal punto di vista della consistenza che piace a me. 
A dirla tutta, volevo fare un dolce così da quando Claudia mi ha inviato dei biscotti al sesamo dalla Sicilia: sesamo e strutto, per gradire... Claudia sappi che sono ancora qui sui miei fianchi, quei biscotti, oltre che nel mio cuore :) 
Per quanto riguarda la farina, io utilizzo una farina di tipo 1 macinata a pietra di grani antichi per fare qualsiasi cosa, dal pane ai dolci alla pasta (quando non uso la semola). Perché? Perché è profumata, a differenza delle farine 0 o peggio 00 che non sanno assolutamente di niente. Nei dolci però la taglio sempre con un po' di fecola, per dare quella leggerezza indispensabile in alcune preparazioni. Voi avete esperienza con questo tipo di farina? Come la utilizzate?
Veniamo alla ricetta: se la provate fatemi sapere!

TORTINE DI MELE E TAHINA CON BAGNA ALLO ZENZERO

ingredienti per 8 tortine di diametro 10 cm

per le tortine:

130 g tahina purissima
130 g zucchero + un cucchiaio per le mele
120 g farina di tipo 1
100 g yogurt intero (oppure latte, oppure "latte" vegetale)
80 g fecola di patate
2 uova codice 0 (= da galline allevate all'aperto)
2 mele
1/2 bustina scarsa di cremor tartaro con bicarbonato
poco succo di limone
1 pizzico di sale

per la bagna:

100 g di acqua
50 g zucchero
1 noce di zenzero fresco

Tagliare le mele a spicchi regolari e larghi da mezzo cm ad 1 cm al massimo, irrorarle con poco succo di limone e poco zucchero; tenere da parte.
Sbattere a lungo le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere la tahina e lo yogurt, mescolare bene. Aggiungere infine tutti gli altri ingredienti e amalgamare con cura: il composto sarà leggermente sodo. Riempire a metà o poco più gli stampini, incastrarvi le mele "di taglio", infornare a 170° per 25 minuti circa, ma dipende sempre dal forno.
Nel frattempo preparare la bagna: scaldare l'acqua con lo zucchero e lo zenzero tagliato a tocchetti o a fettine, fino a completo scioglimento dello zucchero. Lasciar raffreddare, filtrare e tenere da parte.
Quando le tortine saranno fredde potranno essere estratte dagli stampini e spennellate di bagna.

VEDI ANCHE: tortini 100% mandorle

Commenti

  1. Queste tortine sono una meraviglia, anche se questo ingrediente è nuovo per me, immagino comunque molto buoni !

    RispondiElimina
  2. Grazie Andrea, la tahina è una crema di puro sesamo: è molto usata nella cucina mediorientale. Di solito la si usa per i piatti salati, ma il sesamo sta benissimo anche nei dolci, perciò.. ;)

    RispondiElimina
  3. sei stata molto originale Sara, vorrei che una si materializzasse qui adesso.... Un bacione e buon weekend !

    RispondiElimina
  4. Grazie Chiara, un abbraccio :*

    RispondiElimina
  5. Ciao! anche noi abbiamo poco tempo ormai per la cucina ed il nostro blog ne risente eccome :-(
    Ehi che figata questa tua idea! sembra abbia avuto ottimi risultati però!!!

    RispondiElimina
  6. Grazie, quando la farò, ti faccio sapere come è venuta Buona giornata

    RispondiElimina
  7. Ho provato ad aggiungere la tahini in una torta di pere...un'ottima idea!!! :)
    Non ci avrei mai pensato, grazie per la dritta.

    Lucy

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un commento, un suggerimento, un saluto. Ti ricordo che se commenti con l'account Google+ o Blogger acconsenti a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. Consulta la privacy di Google per ulteriori informazioni.

Profile Photo

About

Profile Bio

Sono Sara, questo è il mio blog.
È online dal 2006 e sopravvive nonostante la mia incuria, un po' come le piante grasse che ho a casa e che adoro. In effetti adoro anche il blog poiché qui è dove parlo di una delle mie grandi passioni: il cibo. La sua importanza culturale, antropologica ma anche, semplicemente, l'importanza che ha per me.
Sono architetto e brand designer: qui il mio sito professionale.

Instagram