social icons

search

Qualcosadirosso

divagazioni gastronomiche di Sara Bardelli

ultime dal blog

Questa volta ambascio io :)



Oggi inizia la Settimana Nazionale delle Patate per il Calendario del Cibo Italiano AIFB. Ed io ne sono l'ambasciatrice. Devo dire che ho fatto non poca fatica ad affrontare l'argomento poiché non sono una gran mangiatrice di patate: le metto sempre in fondo a qualsiasi lista della spesa, pensiero gastronomico o voglia culinaria, poverine. Mi piacciono, ma insomma diciamo che, potendo, le snobbo in favore di qualsiasi altra verdura (o quasi). Eppure, un purè cremoso, delle patate arrosto ben speziate o un piatto fumante di gnocchi sono certamente pietanze che non rifiuterei mai.
Si vede che mantengo nel mio DNA un po' di quello dei nostri avi, che per farsi piacere le patate hanno impiegato qualcosa come tre secoli abbondanti. Sì perché il loro successo nella cucina italiana è roba abbastanza recente: sapevate che il merito di questo exploit potrebbe essere attributo... a un'eruzione vulcanica? Ecco, io non lo sapevo. Andate a leggere il perché nell'articolo di oggi sul sito AIFB, e non perdetevi le meravigliose ricette dei contributors che trovate elencate in fondo al post e che continueranno ad arrivare per tutta la settimana!

Con l'occasione, vi segnalo queste tre vecchie ricette a base di patate presenti sul mio blog:
- Calamari in oliocottura ripieni di crème brulé di patate
- Millefoglie di milza, salsa di capperi, olive e patate
- Confettura di patate con vaniglia e rum

Commenti

  1. Non li amerai molto ma quando li prepari ho visto che fai dei piatti da chef, molto belli da vedere e senza ombra di dubbio sono anche molto buoni !

    RispondiElimina
  2. Bellissimo articolo Sara davvero un lavoro completo ed asaustivo. Sai che non sapevo che questi "tuberozzi bruttarelli" fossero stati così bistrattati per molto tempo prima acquisire l'importanza che hanno oggi!? stento a crederlo, un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Anche a casa mia le patate non mancano mai! :-) Bellissimo post!
    Buon pomeriggio!
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
  4. Certo che ho scoperto tante cose sulle patate, cosi confortanti e appetitose oggi e tanto sottovalutate neppure due secoli fa, facciamo il calenario anche per questo :-)
    Bellissimo articolo Sara interessante, completo e simpatico, complimenti e grazie per l'ospitalità.
    Un abbraccio, a presto ...

    RispondiElimina
  5. Bel post, e complimenti per il tuo blog, mi piace molto! Buona Epifania!! :)

    Ti/Vi aspetto sul mio blog di cucina: http://blog.giallozafferano.it/dolcisalatidielisabetta/

    RispondiElimina
  6. Bel post, e complimenti per il tuo blog, mi piace molto! Buona Epifania!! :)

    Ti/Vi aspetto sul mio blog di cucina: http://blog.giallozafferano.it/dolcisalatidielisabetta/

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia un commento, un suggerimento, un saluto. Ti ricordo che se commenti con l'account Google+ o Blogger acconsenti a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. Consulta la privacy di Google per ulteriori informazioni.

Profile Photo

About

Profile Bio

Sono Sara, questo è il mio blog.
È online dal 2006 e sopravvive nonostante la mia incuria, un po' come le piante grasse che ho a casa e che adoro. In effetti adoro anche il blog poiché qui è dove parlo di una delle mie grandi passioni: il cibo. La sua importanza culturale, antropologica ma anche, semplicemente, l'importanza che ha per me.
Sono architetto e brand designer: qui il mio sito professionale.

Instagram